Una festa per scoprire la tradizione dell’agricoltura di confine

Visite nelle aziende agricole, escursioni, trekking con gli asinelli: appuntamento domenica 19 settembre ai Mulini di Piero

Dopo il successo di pubblico della MIPAM – Mostra dei prodotti e animali di montagna – si torna a parlare di allevamento in quota e aziende agricole del territorio. Il prossimo appuntamento organizzato della Comunità Montana Valli del Verbano insieme al GAL – Gruppo di azione locale – delle Valli del Luinese vuole tenere viva l’attenzione sui prodotti di eccellenza della zona prealpina e avvicinare la gente ad alpeggi e vallate da dove provengo latte, formaggio e insaccati.
La Festa della montagna, in programma per domenica 19 settembre 2010 ai Mulini di Piero, si arricchisce quest’anno di iniziative per conoscere la tradizione contadina e le peculiarità naturalistiche. Il tradizionale appuntamento transfrontaliero Italia – Svizzera, che giunge quest’anno alla sua XXV edizione, è l’occasione per un conviviale incontro tra paesi confinanti ma anche un momento per conoscere il territorio prealpino di frontiera e le sue tradizioni.
Alle camminate transfrontaliere e l’abituale polentata, si sono aggiunti quest’anno laboratori e visite guidate per coinvolgere famiglie e bambini. Durante la mattinata si potranno conoscere le diverse tipologie di edifici ad acqua, mulino vitruviano e greco, segheria e pesta, preseti sulla riva del torrente Giona. Ci saranno anche lezioni dimostrative di nordic wakking ed esplorazioni naturalistiche nei boschi della Val Veddasca alla scoperta della biodiversità. Il pomeriggio i bambini potranno sperimentarsi in groppa agli asinelli oppure provare a fare il formaggio. Tutte le iniziative sono gratuite e non richiedono alcuna prenotazione. Il programma completo è scaricabile dal sito www.valliedelverbano.va.it e www.galvalliluinese.it
Gli amanti delle camminate in montagna e pedalate in mountain bike possono raggiungere Ponte di Piero con gli accompagnatori del CAI: un percorso parte dall’abitato di Curiglia, seguendo il sentiero didattico della Viaschina, l’altro inizia da Pradecolo e passa per l’Alpone. Il CAI di Germignaga propone invece un itinerario nei boschi in mountain bike da Luino. Gli enti del turismo svizzero del Malcantone e del Gambarogno organizzano invece le camminate trasfrontaliere da Indemini e dal Monte Lema. Ogni percorso prevede la sosta in un’azienda agricola per una visita guidata: al Roccolo nell’omonimo agriturismo, all’Alpone ed a Monteviasco.
La festa della montagna ospita quest’anno anche la prima cronoscalata di Montaviasco, originale
competizione che vedrà sfidarsi gli atleti sui 1.200 gradini che da ponte di Piero si inerpicano per 375 metri di dislivello. L’iniziativa è organizzata dall’Atletica 3v in collaborazione con il CAI di Laveno Mombello e il patrocinio della Provincia di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.