Varese fra cinque anni? Ecco il piano della Regione

Martedì 28 settembre verrà discusso in Consiglio regionale il Programma regionale di sviluppo della nona legislazione che delinea gli obiettivi di governo

Pedemontana e Malpensa, piste ciclabili e bike sharing, campus universitario e rete ospedaliera, ma anche le relazioni con la Svizzera e il polo congressuale a Varese. Senza dimenticare naturalmente la sfida di Expo 2015. Sono diversi gli obiettivi che Regione Lombardia vuole realizzare in provincia di Varese nei prossimi cinque anni. Per conoscerli basta spulciare il Programma Regionale di Sviluppo che la Giunta regionale ha approvato in giugno e che martedì prossimo, il 28 settembre, verrà discusso in Consiglio regionale. Si tratta del documento base per la nona legislatura che contiene gli obiettivi stategici della Giunta per i prossimi cinque anni e delinea le strategie e le politiche che il governo regionale intende mettere in atto. Oltre a una vasta parte generale, in coda al documento ci sono le schede dedicate ai singoli territori provinciali.
Ecco quello che la Giunta intende realizzare nelle provincia di Varese (qui le dichiarazioni dei consiglieri regionali varesini sul Prs).

INFRASTRUTTURE – Saranno decisivi la realizzazione dell’Autostrada Pedemontana, del collegamento ferroviario internazionale Arcisate-Stabio e il completamento delle infrastrutture di connessione con Malpensa, tra le quali il potenziamento della tratta ferroviaria Rho-Gallarate e la variante SS 341 "Gallaratese". Attenzione anche alla "mobilità sostenibile" – anche in un ottica turistica – con azioni di connessione tra piste ciclabili a partire da quelle esistenti o lungo il tracciato tra il Parco Campo dei Fiori e Parco del Ticino, privilegiando le relazioni con la Greenway paralella all’Autostrada Pedemontana.Verranno inoltre implementati i progetti di bike sharing e gli interscanbi con la rete di trasporto pubblico.
Si punterà poi alla riorganizzazione del nodo ferroviario di Varese e connessa riqualificazione urbanistica, al Piano territoriale di Area Malpensa e alla realizzazione del collegamento stradale Varese-Como-Lecco. In programma anche il rafforzamento delle relazioni con il Canton Ticino, le provicne limitrofe e le Comunità di lavoro di ispirazione territoriale.

SICUREZZA – Saranno sviluppate – con il coinvolgimento di privati – azioni coordinate per la sicurezza idraulica e la riqualificazione ambientale dei bacini di Olona, Bozzente, Lura ed Arno. Per la sicurezza urbana e territoriale, verranno sperimentati interventi integrati per il monitoraggio georeferenziato dei fenomeni di degrado e per la riqualificazione sociale a partire dal quartiere Seprio a Cardano al Campo. Saranno sviluppate azioni integrate per la sicurezza del Lago Maggiore e stabilizzate le procedure per il Numero Unico Europeo 112.

COMPETITIVITA‘ – Saranno valorizzate e promosse le eccellenze del territorio. Fra questo c’è la realizzazione del campus universitario di Varese, la qualicazione della rete ospedaliera a partire da nuovo polo pediatrico "Ponte del sorriso", il sostegno al Distretto Aerospaziale, la candidatura di Monte San Giorgio a patrimonio dell’umanità dell’Unesco, lo sviluppo del Polo per la formazione ed il lavoro nel settore aeronautico e del Museo dell’Aeronautica presso Malpensa, la promozione di attività di ricerca per lo sviluppo industriale di tecnologie a basso impatto ambientale, di consulenza per l’accesso alle fonti energetiche rinnovabili e di promozione dell’efficienza energetica a Busto Arsizio. Anche il rilancio di Malpensa, nel piano, viene concepito come volano per los viluppo del territorio. 

TURISMO – Verrà valorizzato il patrimonio monumentale e culturale, come il Polo congressuale e culturale di Varese. La Giunta si impegna anche per la qualificazione dell’accessibilità al Santuario di Santa Maria del Monte e per la messa in rete e prmozione di siti museali, archeologico ed artistici. Promuovere il coordinamento fra i siti Unesco Sacro Monte di Varese e Sacro Monte di Ossuccio (Como)

COMUNI MONTANI ED ENTI LOCALI – Particolare attenzione verrà destinata, in accordo con gli enti locali, all’adeguatezza e all’accessibilità della rete di servizi e alla gestione associata. Gli enti locali verranno accompagnati nella prima attuazione della competenze che spettano loro in tema di Valutazione ambientale strategica (Vas).

IMPRESE – Saranno sviluppate azioni di semplificazione amministrativa – in colalborazione con la Camera di Commercio – come sperimentazione pilota per la Lombardia. Iniziative mirate saranno realizzate per i comparti del commercio e del turismo, per l’adeguamento degli strumenti di programmazione e la promozione delal ricettività. Sarà anche valorizzata ed incentivata la Responsabilità Sociale di Impresa, fattore di sviluppo ancora poco esplorato.

EXPO 2015 – Per una maggiore consapevolezza della rilevanza dei temi alla base di Expo 2015, saranno avviati programmi di sensibilizzazione ed approfondimento con il coinvolgimento coordinato della scuola, dell’impresa, della pubblica amministrazione e del Terzo Settore. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.