Venti poeti per cantare Via Gaggio

Domenica 3 ottobre al monastero di San Michele serata di note e poesia: ospite d'onore la poetessa siro-francese Maram al Masri

In difesa del Parco del Ticino e di via Gaggio si muovono anche i poeti. È davvero curiosa l’ultima iniziativa lanciata dal comitato Viva Via Gaggio: un appello dei poeti del mondo e una serata in versi. Tocco leggero e poetico per ribadire la difesa della ricchezza culturale e ambientale della valle del Ticino per tutta l’umanità. Poeti locali, di Milano e anche una presenza internazionale, quella della poetessa arabo-francese, Maram al Masri. “Poeti per voli diVersi” è il titolo della serata al Monastero di San Michele di Lonate, domenica 3 ottobre alle 21.

 
«L’idea è nata durante le notti del Campogaggio di luglio» spiega Walter Girardi, una delle voci del comitato. «Volevamo dare un’immagine diversa da quella che ci hanno affibbiato a forza, di ambientalisti, di irriducibili». Per passare dall’idea alla messa in pratica, ci è voluta la rete di amicizie nate in questi sei mesi di attività. «L’appello proposto ai poeti – spiega Luca Chiarei (a sinistra nella foto co Girardi e il sindaco Gelosa), poeta varesino che ha organizzato l’evento – ha mosso un po’ il dibattito, almeno nel circuito varesino e milanese. Abbiamo coinvolto la Casa della poesia di Milano e la Casa della poesia di Baronissi».
Una ventina i poeti ospiti, tra cui – “special guest” internazionale – la poetessa siriana Maram al Masri, che ora vive a Parigi ed è molto conosciuta nel mondo culturale e intellettuale francese. Ci saranno versi tradizionali, ma anche autori delle nuove frontiere della poesia, come quella che nasce dall’incontro con il rap. Il reading sarà anche accompagnato dal pianoforte di Antonio Zambrini e da una proiezione di fotografie di via Gaggio e del parco da archivi privati, della Lipu e del comitato. La serata ha avuto anche il patrocinio del Comune di Lonate Pozzolo, che ha messo a disposizione anche la sala del monastero di San Michele. 

Il coinvolgimento di poeti milanesi è per il Comitato anche un tentativo di portare il tema terza pista fino a Milano, la città che è prima azionista di SEA: «Avevamo chiesto alla Moratti un incontro – spiega ancora Girardi – ci ha rinviato al presidente di Sea. Nel frattempo durante l’estate abbiamo incontrato il presidente del consiglio regionale Davide Boni. Ma torneremo alla carica: l’idea è di mandare qualcuno a piedi fino a Milano, per bussare a Palazzo Marino e chiedere un appuntamento».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.