Vie d’acqua: “Un’opportunità per turismo e trasporto pubblico”

Così l'assessore regionale infrastrutture e trasporti Raffaele Cattaneo nel corso del "Waterways forward"

Lo sviluppo delle vie d’acqua come opportunità anche per il trasporto, oltre che per la promozione del turismo e dello sviluppo del territorio. A sottolinearne l’importanza è stato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, intervenendo oggi alla seconda edizione del Meeting "Waterways forward".
Un progetto che ha riunito a Palazzo Pirelli 17 partner in rappresentanza di 13 Paesi e che vede protagonisti enti che, a diverso titolo, sono coinvolti nella gestione di vie navigabili interne. "Waterways forward", cui partecipa anche Navigli Lombardi Scarl, parte integrante del Programma Operativo INTERREG IVC già approvato dalla Commissione Europea, rientra nell’Obiettivo 3 "Cooperazione Territoriale europea" della programmazione 2007 – 2013. Obiettivo? Migliorare la gestione delle vie navigabili interne e dei territori limitrofi a esse.
"Le vie d’acqua – ha sottolineato l’assessore Cattaneo – sono un modo più sostenibile per sviluppare il trasporto e il turismo. Per questo Regione Lombardia intende continuare a investire risorse e uomini. Penso al potenziamento della navigazione sul Ticino che, attraverso l’apertura della Conca della Miorina, ha consentito l’apertura di una nuova linea turistica di navigazione da Sesto Calende a Porto della Torre. Stesso discorso vale per gli interventi che a breve saranno avviati sulle dighe del Panperduto che comprendono, oltre alla messa in sicurezza delle dighe, il ripristino delle conche di navigazione, e una serie di migliorie territoriali, paesaggistiche e ambientali dell’area inserita nel Parco della Valle del Ticino. Vogliamo potenziare questa modalità di trasporto strategica e alternativa, seguendo le linee europee che enfatizzano l’importanza delle vie d’acqua interne". Turismo, ambiente, trasporti, ma non solo.
"Sui Navigli – ha spiegato infatti Cattaneo – il governo regionale sta investendo, e intende continuare a farlo, notevoli risorse umane e finanziarie. I progetti sono i più diversi e riguardano lo sviluppo dell’energia rinnovabile, il supporto e il rafforzamento della promozione del territorio e l’incoraggiamento delle imprese locali".
Il Programma persegue il miglioramento delle politiche di sviluppo nei settori dell’innovazione, dell’economia, della conoscenza, dell’ambiente e della prevenzione dei rischi, nonché la modernizzazione economica e l’incremento della competitività dell’Europa. Due gli ambiti principali in cui si articolerà il progetto: quello della "governance", con Voies Navigables de France come project leader, svilupperà raccomandazioni per migliorare gli attuali modelli di gestione delle vie d’acqua interne e per dare impulso a politiche locali più integrate e partecipative; quello dell’"ambiente e cambiamenti climatici", coordinato dalla fondazione olandese Venirigin Regio Water, analizzerà invece come si possa sviluppare l’uso multifunzionale delle vie d’acqua, riducendo i potenziali effetti negativi sulla qualità dei corsi e dell’ambiente. Per la Regione Lombardia partecipa Navigli Lombardi Scarl che mira a costituire una piattaforma a carattere regionale, coinvolgendo tutti i portatori di interessi pubblici e privati, sia per condividere i contenuti del progetto, sia per sensibilizzare le comunità locali sulle opportunità che si presentano in contesti europei equiparabili al "sistema Navigli". In questo modo si potranno accogliere spunti da portare all’attenzione del tavolo di lavoro europeo e dei decisori politici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.