Zucche bagnate, halloween a rischio?

La denuncia dei coltivatori di meloni, che hanno già avuto la loro stagione rovinata a causa del tempo. «E le zucche sono a rischio per lo stesso motivo» spiegano

«E’ il momento delle zucche e prevediamo un calo nel raccolto»
Una pessima notizia, per gli adoratori di Halloween, quella che consegna ai media Massimo Perini, Presidente dell’associazione produttori di melone di Casteldidone, nella provincia di Cremona che, insieme a quella di Mantova, rappresenta la “culla del melone tipico lombardo”.Le zucche gli importano, in realtà, solo indirettamente: perchè quello che segnala è innanzitutto la perdita secca che i produttori di meloni lombardi hanno incassato dopo l’estate del 2010, per loro da dimenticare. «Le nostre aziende hanno sofferto una perdita che va dal 15 al 25 per cento del raccolto» spiega
 
Il calo va imputato alle condizioni meteo estreme: prima c’è stato un lungo inverno, con continue piogge e ristagni d’acqua che hanno impedito di mettere radici salde, poi è arrivata un’estate torrida e le piante hanno collassato. «Inoltre le forti piogge di Ferragosto – aggiunge Perini – hanno colpito le colture tardive che nella zona di Casteldidone hanno subito un danno di quasi il 50 per cento».
 
Ora, però, tocca alle zucche: «Poichè si piantano in primavera, anche loro hanno dovuto affrontare prima una stagione bruttissima, con inondazioni e ristagni d’acqua, e poi un’estate torrida – ha sottolineato Perini – E così la produzione risulterà sicuramente inferiore rispetto al 2009».

Galleria fotografica

Zucche a rischio quest'anno? 4 di 21
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Zucche a rischio quest'anno? 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.