Arrestato per una “mediocre delazione”

Come si è arrivati agli anarchici? Per il giudice c'è qualche errore di impostazione ma l'inchiesta è comunque ben fatta e rivela una intimidazione molto grave nei confronto della Lega

Il gip BattarinoL’inchiesta sull’attentato alla sede della Lega Nord di Gemonio, nonostante la scarcerazione del 21enne di Gemonio, continua. Resta da chiarire come si sia arrivati a questo giovane elettricista incensurato (il questore Marcello Cardona lo aveva definito "fortissimamente sospettato". Il gip Giuseppe Battarino (foto) scrive che potrebbe essere stato indicato da una “mediocre delazione dettata da piaggeria e forse non sufficientemente filtrata” (un giovane spavaldo che suona musica metal,   indicato in paese per i suoi capelli lunghi). Aggiunge tuttavia che il giovane era stata ripreso da telecamere a Gemonio quella sera ma che non esiste alcun elemento che lo riconduca all’attentato stesso.

Q
uanto alla sua appartenenza politica Previati dice di suonare heavy metal dove spesso c’è gente che si dichiara anarchica, di avere una passione per “il signore degli anelli”, ma poco altro. E su questo il giudice critica l’operato della polizia, parla di “pregiudizio politico”, insiste che  sarebbero stati accostati con sufficienza definizioni come sinistra radicale, anarco insurrezionalismo, movimento studentesco (il giovane tra l’altro è  un operaio).

Inoltre, si stigmatizza ogni arresto precautelare, anche se l’ordinanza riconosce alla polizia di aver operato bene, mentre critica le conseguenze che sono state tratte da questo operato. Ma rimangono tanti interrogativi. L’attentato di Gemonio per il gip è preoccupante e non è riconducibile alla sola fattispecie del danneggiamento aggravato, ma si tratta di un vero e proprio attentato contro i diritti politici dei cittadini, intimiditi per il solo fatto di militare in un determinato partito. 

"Prendiamo serenamente atto della decisione del giudice, il giudice è sovrano, e valuteremo le sue motivazioni come da prassi". Così commenta il procuratore capo Maurizio Grigo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.