Busto per sognare, Villa per svegliarsi

Le due capoliste tornano in campo per la sesta giornata: MC-Carnaghi a Modena nell’anticipo, la Yamamay ospita Pavia

 

Com’è strana la pallavolo: Yamamay e MC-Carnaghi sono appaiate al primo posto della classifica per la prima volta nella loro storia, eppure alla vigilia della sesta giornata di campionato è difficile immaginare due situazioni più opposte. Mentre Busto si gode l’inedito ruolo di leader, coltivando sogni legittimati dalle ultime sontuose vittorie, Villa Cortese attraversa una grave crisi di risultati e di gioco: le tre sconfitte consecutive (tra campionato e Coppe) potrebbero lasciare il segno, anche in termini di correzioni in corsa. Nemmeno il calendario aiuta le cortesine, che dopo l’impegno europeo di mercoledì dovranno tornare in campo già sabato alle 20.30 in casa della Liu Jo Modena, mentre domenica alle 18 la Yamamay ospiterà la disastrata Riso Scotti Pavia.
 
QUI YAMAMAY – Solo qualche mese fa Pavia aveva estromesso a sorpresa Busto dai playoff scudetto, andando a imporsi proprio al PalaYamamay; oggi lo scontro tra le due squadre è un testacoda e, soprattutto, la Riso Scotti è immersa nel caos più totale, culminato giovedì nelle dimissioni del coach Mauro Fresa. Alla crisi di risultati del club pavese – 5 sconfitte e zero punti in classifica – si sono aggiunti in settimana la partenza della venezuelana Gonzales e i preannunciati “tagli” di alcune giocatrici, peraltro non ancora ufficializzati: a rischio la palleggiatrice Spinato e la centrale turca Bal, colpevoli (almeno secondo la versione della società) di non aver fatto “vita da atlete”. Insomma un bailamme che non ha risparmiato nessuno, neppure il capitano Caroli che gioca a Pavia da cinque stagioni. Davvero arduo il compito dell’allenatore Diego Cervone, che ha preso provvisoriamente il posto di Fresa, anche perché dall’altra parte della rete ci sarà una Yamamay in piena salute e del tutto intenzionata a confermare la sua leadership. L’ex di giornata Luna Carocci mette però in guardia le biancorosse da un approccio troppo blando alla partita: “Naturalmente mi dispiace – commenta il libero – che Pavia stia attraversando un periodo così duro; non dobbiamo pensare che sarà una partita facile, ma che loro verranno qui con il coltello tra i denti per cancellare le sconfitte. Il campionato riserva molte sorprese e dunque dovremo prestare la massima attenzione a questa partita”. La Yamamay avrà a disposizione tutte le sue giocatrici, malgrado l’influenza che ha colpito in settimana alcune delle biancorosse, e potrà contare anche sul giovane opposto Veronica Taborelli, direttamente dalla squadra di B2. La gara sarà trasmessa in diretta web sul sito Sportube.tv.
 
Yamamay Busto Arsizio-Riso Scotti Pavia
Busto: 1 Carocci (L), 2 Havlickova, 3 Taborelli, 4 Valeriano, 5 Kim, 7 Marcon, 8 Bauer, 9 Meijners, 10 Campanari, 13 Serena, 14 Crisanti, 16 Havelkova. All. Parisi.
Pavia: 3 Kanoh, 5 Spinato, 6 Uceda, 7 Bal, 8 Mastrilli (L), 10 Biccheri, 11 Frigo, 12 Corna, 13 Poma (L), 14 Caroli, 15 Cvetanovic. All. Cervone.
Arbitri: Alessandro Tanasi e Umberto Zanussi.
 
QUI MC-CARNAGHI – L’ultimo arrivato, il mental coach Alessandro Mora, ha davvero il suo bel daffare in queste ore: la sfida è quella di ricostruire il morale di un Villa Cortese che non aveva mai affrontato simili difficoltà nella sua storia recente e che si trova sottoposto a pressioni di ogni genere, dal campo al mercato. Detto questo, è appena il caso di ricordare che la MC-Carnaghi è comunque prima in classifica e sabato sera (diretta su Rai Sport 1) andrà in trasferta sul campo di una squadra a sua volta in grave difficoltà: dopo un illusorio avvio di campionato, la Liu Jo è tornata a manifestare i problemi già emersi in precampionato incassando tre secche sconfitte, tra cui il nettissimo 0-3 interno contro la Yamamay. Di certo non mancheranno le motivazioni alle giocatrici di Sazzi, e in particolare alla più fresca ex Manu Secolo, ma da solo il desiderio di riscossa non può cancellare il divario tecnico tra le due squadre; è la MC-Carnaghi a dover trovare la forza per sconfiggere la sua più grande avversaria, ossia se stessa. Dopo Prostejov, coach e giocatrici hanno fatto quadrato: “Stiamo vivendo un momento difficile – ha detto Tai Aguero – gli infortuni e le assenze le paghiamo caramente, ma dobbiamo continuare a lavorare e tornare a vincere alla prossima occasione”. Anche a Modena le biancoblu dovranno fare a meno di Calloni e Berg, mentre ci sarà Caterina Bosetti, che non è partita per il torneo di qualificazione agli Europei con la nazionale Cadette; e il prolungarsi dell’infortunio dell’americana fa pensare che il primo innesto dal mercato possa arrivare proprio in regia. A meno di un ulteriore passo falso, che renderebbe inevitabili interventi più immediati.
 
Liu Jo Modena-MC-Carnaghi Villa Cortese
Modena: 1 Bacchi, 2 Paris (L), 3 Fernandinha, 4 Guatelli, 5 Paggi, 6 Ciabattoni (L), 7 Devetag, 8 Matuszkova, 10 Partenio, 12 Balboni, 13 Harmotto, 14 Rosangela, 15 Secolo. All. Sazzi.
Villa C.: 1 Anzanello, 2 Gioria, 5 Lanzini (L), 7 Negrini, 8 Cruz, 9 Kovacova, 10 Cardullo (L), 11 Hodge, 12 Aguero, 14 Bosetti. All. Abbondanza.
Arbitri: Gabriele Balboni e Alberto Falzoni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.