Canile lager, condannato il proprietario e nuova vita per i cani

Si è conclusa positivamente la brutta avventura per alcuni dei 34 cani che erano rinchiusi in una struttura ai limiti della sopravvivenza: sono stati adottati. Per il proprietario dell'area condanna e multa

Avevano vissuto parte della loro vita in condizioni al limite della sopravvivenza, all’interno di una struttura di Arsago Seprio condotta da una persona che non era in grado di mantenerli. Ora una parte di loro ha una nuova vita e un nuovo padrone affettuoso e capace di dare loro le attenzioni che meritano. Sono una parte dei cani salvati dal Servizio di vigilanza ecozoofila nel dicembre del 2009 dalla morte per malattie e stenti. Quattro di quei cani morirono nei giorni successivi nonostante i tentativi dei medici veterinari di salvarli.

Galleria fotografica

I cani di Arsago Seprio 4 di 6

Il procedimento giudiziario per maltrattamenti ai danni di animali portato avanti dal pubblico ministero Luca Gaglio ha trovato riscontro nel giudice per le indagini preliminari del tribunale di Busto Arsizio Nicoletta Guerrero che ha condannato R.O. per la detenzione dei 34 cani avvenuta in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze, oltre al pagamento della sanzione da 500 euro. Il Gip ha inoltre disposto anche la confisca di tutti gli animali sequestrati il 14 e 15 dicembre 2009 dalla Polizia Giudiziaria intervenuta. Intanto per alcuni di loro è iniziata una nuova vita (vedi galleria fotografica) grazie alle persone che hanno risposto all’appello lanciato dal Servizio ecozoofilo che li ha salvati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

I cani di Arsago Seprio 4 di 6

Galleria fotografica

I cani di Arsago Seprio cercano casa 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.