Caso Ruby, indagato Silvio Berlusconi

Il provvedimento si riferisce al caso della giovane Ruby, la ragazza che da minorenne aveva frequentato la villa del Presidente del Consiglio ad Arcore

Secondo quanto riportano gli organi di stampa il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è indagato dalla Procura di Milano per le ipotesi di reato di «concussione» e di «prostituzione minorile».
Il provvedimento si riferisce al caso della giovane Ruby, la ragazza che da minorenne aveva frequentato la villa del Presidente del Consiglio ad Arcore. Pesa nelle indagine della procura anche l’episodio verificatosi in questura a Milano la notte in cui la ragazza è stata fermata per un furto. Il presidente Berlusconi avrebbe abusato della propria posizione di primo ministro per far rilasciare la ragazza. secondo quanto riportato dagli organi di stampa in una nota, la Procura di Milano spiega che il premier è stato iscritto nel registro degli indagati il 21 dicembre e che oggi gli è stato notificato l’invito a comparire. Nello stesso comunicato, il procuratore capo della Repubblica di Milano Edmondo Bruti Liberati chiarisce che il reato di sfruttamento della prostituzione si sarebbe consumato ad Arcore nel periodo che va da febbraio a maggio del 2010.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.