Caso Ruby Rubacuori: indagato Berlusconi

Il Presidente del consiglio è stato indagato a Milano con le accuse di concussione e prostituzione minorile

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è indagato a Milano per la vicenda Ruby, la ragazza marocchina balzata agli onori della cronaca per sue frequentazioni con lo stesso premier. Berlusconi è indagato  per i reati di concussione e prostituzione minorile, perché, stando allì’accusa, avrebbe avuto rapporti sessuali con la giovane Ruby dal febbraio al maggio 2010, ad Arcore.

Il presidente, a cui è stato notificato l’invito a comparire, è stato indagato il 21 dicembre scorso. Insieme a lui, risultano indagati anche Nicole Minetti, la consigliera regionale a cui fu affidata dalla questura la ragazzina dopo la telefonata da palazzo Chigi, Emilio fede e Lele Mora.

Secondo l’ipotesi accusatoria, la notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi, la giovane Ruby venne portata in questura in seguito alla segnalazione di un furto, di cui una sua amica l’aveva accusata. Il pm minorile Fiorillo aveva disposto che la giovane venisse collocata in una comunità. A quel punto arrivò la telefonata che permise alla ragazza di essere affidata a Nicole Minetti.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.