Cento studenti varesini lanciano la loro idea d’impresa

Il Gruppo giovani imprenditori dell’Unione Industriali ha coinvolto 5 scuole del territorio nella competizione nazionale “Latuaideadimpresa®” ideata da Confindustria. Oltre 3.000 i partecipanti a livello nazionale. A decretare i progetti vincitori saranno gli imprenditori

Varesini protagonisti di una competizione nazionale che vede coinvolti studenti ed insegnanti nell’elaborazione di idee d’impresa. Ad aver aderito a www.latuaideadimpresa.it con il Gruppo giovani imprenditori dell’Unione degli Industriali della provincia di Varese sono 5 istituti superiori del territorio, che hanno presentato 8 progetti, coinvolgendo un centinaio di studenti. Questi i primi numeri varesini del progetto ideato dai sistemi formativi confindustria con il sostegno del ministero dell’Istruzione università e ricerca. Le idee in gara spaziano nei settori più disparati: dall’ambiente al sociale, dai servizi alla produzione artigianale all’accoglienza turistica.
(foto: Alberto Parma)
A realizzarle saranno gli istituti: l’Isiss “Francesco Daverio” di Varese, l’Itc “Enrico Tosi” di Busto Arsizio, l’Istituto Paritario “Enrico Fermi” di Castellanza, l’Isis “J. M. Keynes” di Gazzada Schianno e l’Itcs “Gino Zappa” di Saronno. Per tutti i partecipanti è previsto il lavoro in classe, la compilazione on line di un business plan e il racconto in video della loro idea d’impresa. Tutto materiale che verrà pubblicato on line e votato dai Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali varesina con punteggio e commenti. Si formerà così una classifica on line, aggiornata in tempo reale. Il progetto primo classificato di questa fase provinciale entrerà nella rosa dei 10 finalisti nazionali. All’inizio dell’autunno, infatti, toccherà agli imprenditori di tutta Confindustria votare la migliore idea d’impresa d’Italia.

«Ancora una volta il nostro movimento – commenta il presidente del Gruppo giovani imprenditori dell’Unione degli industriali della Provincia di Varese, Alberto Parma – ha deciso di impegnarsi in un’iniziativa in grado di coinvolgere gli studenti del territorio. Diffondere tra i ragazzi delle scuole la cultura d’impresa attraverso l’impegno su progetti concreti è ormai da tempo uno dei motivi fondanti della nostra attività. Solo così possiamo condividere con gli allievi degli istituti superiori il valore del lavoro all’interno delle aziende manifatturiere. La cui capacità di rappresentare un futuro per i più giovani è ancora troppo spesso sottovalutata a causa di luoghi comuni che solo l’esperienza sul campo può sfatare. Un’esperienza fatta di continui stimoli, accattivanti sfide e gratificanti soddisfazioni. Il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali durante il progetto sarà vicino agli studenti sia attraverso il web, sia con un’attività di tutoraggio nei confronti delle scuole in gara».
Ma "Latuaideadimpresa®" non è solo una gara di idee: è una piattaforma, con moltissimi altri contenuti sempre finalizzati al confronto tra imprenditori e studenti e tra giovani di diversi territori italiani. Chiunque può essere infatti soggetto attivo all’interno di www.latuaideadimpresa.it inviando notizie e storie, votando, commentando, navigando.

Tutti i giovani possono inoltre partecipare a “Che Impresa!”, uno spazio aperto a chiunque abbia qualcosa di speciale da raccontare: basta registrarsi sul sito, realizzare un video, caricare il filmato su YouTube e segnalare il link. Fin da subito i visitatori on line potranno votare, creare in tempo reale una hit list di video decretando le migliori 5 “Che impresa!”, premiate con somme da 500 euro ciascuna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.