Checco Zalone, nuovo record. Meglio di Avatar e Benigni

Oltre 18 milioni di euro di incassi in 5 giorni di programmazione per “Che bella giornata”. Code nei cinema, spettatori e critica soddisfatti: battuti anche i “classici” film di Natale

La Locandina di Che bella giornataChecco Zalone, un comico di Zelig che straccia ogni record di incasso italiano: 18 milioni di euro in 5 giorni per “Che bella giornata” opera seconda di Luca Medici, diretto dall’amico Gennaro Nunziante. Cinema pieni, code come si erano viste solo ai tempi del Benigni di La vita è bella, oppure con Avatar e Titanic. E il cammino sembra essere anche lungo perché questo risultato è dato da un solo fine settimana di programmazione: tempo in cui ha raggiunto i film natalizi di Aldo Giovanni & Giacomo (La banda dei Babbi Natale ha superato i 20 milioni in tre settimane) e il cinepanettone di De Sica (Natale in Sudafrica, fermo a 18 milioni, il peggiore degli ultimi anni per la serie).
Quello che sorprende è che si tratti di tutti film italiani, molti parlano di rinascita della commedia italiana o all’italiana (considerando anche i 30 milioni incassati in autunno da Benvenuti al sud con Claudio Bisio). Commedia per la quale uscirà venerdì anche Antonio Albanese con il suo Qualunquemente. Incassano, di conseguenza anche altri film: Hereafter, di Clint Eastwood è partito molto bene con 3.2 milioni di euro. Tron arriva a quota 5 milioni, ottimo The Tourist che passa i 10 e anche Narnia recupera a 9,7. Chiudono la classifica Le avventure di Sammy a 3,7 milioni, Megamind a 6,8 milioni, Rapunzel a 10,3 milioni, La bellezza del somaro a 3,1 milioni e Un altro mondo a 2,4 milioni.

Galleria fotografica

Che bella giornata 4 di 10
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Che bella giornata 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.