Crugnola show a Monte Carlo: è secondo nel gruppo R

Il giovane varesino ha chiuso la prima giornata di gara al 17° posto assoluto nonosante un problema elettronico. Ogliari è 39° dopo una foratura, Freguglia 52°. In testa alla classifica il finlandese Hanninen

Se qualcuno aveva dei dubbi sul talento del 20enne varesino Andrea Crugnola (foto a lato), la prima giornata del Rally di Monte Carlo è stata la risposta più bella. Il giovane di Calcinate del Pesce, a bordo della Clio R3 navigata da un califfo come Roberto Mometti, dopo quattro prove speciali si trova infatti al 17° posto assoluto impreziosito dalla seconda posizione di gruppo e di classe, subito dietro (soli 12") al corso Pierre Campana che è di casa su quelle strade visto che spesso gareggia nelle gare del Sud della Francia. E senza una noia all’elettronica, emersa dopo la prima prova, il portacolori del Team Borrelli Group di Buguggiate sarebbe anche più in alto come ha dimostrato proprio il tratto cronometrato con cui si è aperta l’edizione del Centenario: sui 36,8 km della Le Moulinon-Antraigues infatti il baby varesino ha spiccato il 16° tempo assoluto conquistando momentaneamente anche il primo posto di gruppo R. Peccato, dicevamo, per un piccolo guaio all’elettronica sulla Clio di Crugnola: gli uomini del Team Borrelli Group approfitteranno dell’assistenza per capire le cause e sistemare il problema e dare a Crugnola-Mometti una Clio di nuovo competitiva per le quattro speciali del giovedì. Detto questo, il pilota nostrano ha dimostrato di avere ritmi altissimi, soprattutto considerando che Andrea è all’esordio in una delle prove più importanti del rallysmo internazionale; il bel tempo tra l’altro ha favorito la sua abilità sull’asfalto, il terreno su cui più spesso si è misurato fino a ora.
Scorrendo la classifica generale troviamo più indietro gli altri due varesini iscritti al "Monte". Giacomo Ogliari (con Verdelli), che sperava nella neve e finora non è stato accontentato, ha faticato all’inizio anche per una foratura a una gomma posteriore ma è poi risalito dal 56° al 39° posto occupato al termine della prima giornata. Qualche problema di assetto sul retrotreno invece ha infastidito la prova di Beppe Freguglia navigato da Lele Falzone, con la seconda delle due Clio del Team Borrelli; per il pilota di Castronno la classifica parla di una 53a posizione, che sarebbe comunque già sufficiente per evitare il "taglio" previsto al termine della tappa di domani.
Da segnalare che la quarta speciale, che prevedeva per la seconda volta il passaggio sulle strade intorno a St Bonnet Le Froid, è stata interrotta dopo che sul traguardo erano arrivate 29 vetture a causa di un incidente. I piloti a seguire, compresi dunque Crugnola e Freguglia, sono dovuti ripartire dopo l’interruzione e qui il giovane varesino ha pagato qualcosa soprattutto nei confronti del francese Ancian, ora terzo di gruppo R.
La classifica generale vede in testa due Skoda Fabia S2000 ufficiali, quelle dell’equipaggio finlandese Hanninen-Markkula e di quello belga Loix-Miclotte, separati di 44"5. Al terzo posto il primo dei piloti Peugeot, lo svedese Petter Solberg (con Patterson) a bordo di una 207; la casa francese ha occupato anche la quarta e quinta piazza con Sarrazin e Wilks. Sfortunata la prova dell’italiano più quotato, Giandomenico Basso, anch’esso su 207 S2000, che ha forato nella terza e nella quarta prova ed è così uscito dai primi dieci della classifica generale. Il miglior pilota tricolore è così il bravo Luca Betti, undicesimo.

Classifica dopo 4 prove speciali
1) Hannen-Markkula (Fin-Fin, Skoda S20); 2) Loix-Miclotte (Bel-Bel, Skoda S20); 3) Solberg-Patterson (Sve-Gbr, Peugeot 207 S20); Crugnola-Mometti (Renault Clio R3C); ) Ogliari-Verdelli (Mitsubishi Evo IX N3); ) Freguglia-Falzone (Renault Clio R3C).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.