Disastro MC-Carnaghi, anche l’Europa è nemica

Continua in Champions League la crisi di Villa Cortese, che cede in tre set alle ceche del Prostejov e perde il primo posto nel girone

Non ci siamo davvero. Il tracollo della MC-Carnaghi, senza precedenti e apparentemente senza spiegazioni, prosegue anche in Champions dopo la Supercoppa e il campionato: in Repubblica Ceca le biancoblu incassano un pesantissimo 0-3 dal modesto Prostejov, perdendo il primo posto nel girone (un obiettivo non soltanto platonico) a beneficio di Cannes. La lunga sosta a cavallo delle feste sembra essere servita a ben poco per Villa Cortese, che continua a manifestare seri problemi di concentrazione e gestione della partita. Certo, questa volta la prestazione è stata inficiata anche dalla defezione di Lindsey Berg, che si è aggiunta in extremis a quella già nota di Calloni; detto, però, della distribuzione lenta e piuttosto scontata di Gioria (sostituita nel terzo set addirittura da Aguero), non si può neppure caricare sulle spalle della palleggiatrice novarese tutto il peso della sconfitta. La verità è che alla MC-Carnaghi sarebbero serviti innanzitutto un diverso ritmo in battuta, come ribadito incessantemente durante i time out dall’inascoltato Abbondanza, e più in generale un atteggiamento del tutto opposto a quello apprensivo e rinunciatario mostrato nel corso della partita. Serve un cambio di rotta e non è escluso che arrivino novità anche dal mercato, ma la verità è che Villa Cortese deve trovare al suo interno la forza di risollevarsi: in fondo questa è la stessa squadra che il coach avversario Čada, poco più di un mese fa, aveva etichettato come la più forte dell’intera Champions…
 
LA PARTITAAssenti Berg e Calloni, la MC-Carnaghi si affida a Gioria in palleggio e Kovacova al centro; a referto vanno anche le giovani Figini e Bianchini. Il Modranska, come all’andata, lascia in panchina la brasiliana Soares. In avvio la ricezione di Villa va subito in affanno (4-2) e le ceche sorprendono le ospiti con una serie di pallonetti vincenti, portandosi sull’8-4. Il primo muro di Hodge riporta sotto le biancoblu (9-8), ma Velikiy ferma Cruz per il 13-9. Al secondo time out tecnico Prostejov è avanti 16-13, e un altro errore di Hodge in ricezione consente ad Artmenko di mettere giù il pallone del 18-15. Abbondanza richiama le sue: serve un salto di qualità a muro e in difesa, oltre che in battuta. Ma l’ingresso di Negrini non cambia le cose: Ssuschke va due volte a segno per il 23-18 e si procura anche quattro set point. Al secondo tentativo è Lipicer a chiudere sul 25-21. Il primo vantaggio di tutta la partita la MC-Carnaghi lo trova sul 2-4 del secondo set, grazie a un muro di Negrini su Lipicer; Prostejov, comunque, riconquista subito la parità e si prosegue punto a punto, con Villa che prova due volte a fuggire (10-12, 13-15) ma viene sempre ripresa. Un errore di Cruz regala alle padrone di casa il nuovo vantaggio e la solita Ssuschke piazza due muri consecutivi per il 20-16; la reazione biancoblu non arriva, anzi Velikiy firma il 23-18 e Lipicer mette fine a un set davvero allarmante per Villa.
Neppure il terzo parziale inizia sotto i migliori auspici per le italiane: già sul 2-0 Abbondanza toglie un’irriconoscibile Cruz, ributtando nella mischia Hodge. Proprio l’americana firma il sorpasso con un ace “sporco” (5-6), ma Prostejov resta lì e alla prima occasione scappa di nuovo, sul turno di servizio di Artmenko: parziale di 4-0 ed è 12-8. Potrebbe essere il colpo del ko, invece un paio di difese efficaci e gli attacchi di Hodge e Bosetti rimettono in carreggiata la MC-Carnaghi (15-14). Non basta, però: Ssuschke “affonda” Cardullo e Prostejov torna avanti 18-15. Le ultime speranze di Villa, affidate all’improvvisata regia di Aguero, si infrangono su un lunghissimo scambio chiuso da Lipicer e sull’errore di Anzanello per il 23-18. La partita è ormai chiusa e il sigillo lo mette ancora una volta Lipicer, che permette al Modranska di continuare a coltivare sogni europei. Per la MC-Carnaghi, invece, è notte fonda.
 
VK Modranska Prostejov-MC-Carnaghi Villa Cortese 3-0 (25-21, 25-19, 25-19)
Prostejov: Košická ne, Velikiy 18, Kubinová ne, Nováková 4, Chlumská (L), Tomášeková 5, Ssuschke 11, Soares, Lipicer 14, Hrončeková ne, Bramborová ne, Artmenko 8. All. Čada.
Villa C.: Anzanello 6, Gioria, Lanzini (L) ne, Negrini 5, Cruz 6, Kovacova 3, Cardullo (L), Hodge 8, Aguero 13, Figini ne, Bosetti 3, Bianchini ne. All. Abbondanza.
Arbitri: Adler (Ungheria) e Jungen (Germania).
Note: Spettatori 1200. Prostejov: battute vincenti 4, battute sbagliate 4, attacco 42%, ricezione 75%-36%, muri 11, errori 13. Villa: battute vincenti 2, battute sbagliate 6, attacco 30%, ricezione 51%-10%, muri 6, errori 19.
 
Pool D: Organika Budowlani Lodz-Racing Club Cannes 0-3 (18-25, 22-25, 16-25); Prostejov-Villa 3-0 (25-21, 25-19, 25-19). Classifica: Cannes 11, Villa Cortese 10, Prostejov 7, Lodz 2. Prossimo turno: Cannes-Prostejov martedì 11/1 ore 20; Villa Cortese-Lodz martedì 11/1 ore 20.30.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.