Due birre non pagate e scatta l’accoltellamento

Il ferito è stato colpito da due fendenti all'addome e al torace. L'accoltellatore è un 34 enne anch'egli ricoverato per un trauma cranico. La polizia ha ritrovato l'arma

Era appena uscito di galera, ora ci dovrà ritornare. Un uomo di 34 anni, già noto alle forze dell’ordine, ha confessato. È lui che nella sera di giovedì ha accoltellato in un bar di Malnate un 47enne ferendolo all’addome e al torace. L’uomo ricoverato nella notte è fuori pericolo e ne avrà per una trentina di giorni.
Due birre non pagate. È questa la ragione che ha scatenato la lite. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni agli uomini della squadra mobile, il Quagliara arriva al bar San Sebastian di Malnate, ordina e beve due birre, rifiutandosi  di pagarle. Interviene il fratello della proprietaria del locale che cerca di convincerlo a pagare. Ne nasce una zuffa, l’uomo lo colpisce al volto con uno schiaffo e poi va a casa a prendere un coltello da cucina. Ritorna nel bar e sferra i due fendenti.
A quel punto, ferito a sua volta alla testa, l’accoltellatore si allontana dal bar e si dirige in via Cavalier Brusa dove chiede aiuto a dei condomini e ai proprietari di una pizzeria che chiamano un’ambulanza. Nel frattempo polizia e carabinieri vengono allertati. L’uomo raggiunto dalle forze dell’ordine dice di essere scivolato e di aver così rimediato le ferite alla testa. Naturalmente gli agenti non credono alle sue parole e l’ambulanza con l’uomo a bordo viene scortata fino al pronto soccorso.
Gli uomini della squadra mobile mettono in relazione i due fatti e iniziano a cercar l’arma. Sarà lo stesso uomo, anch’egli ricoverato all’ospedale di Circolo per le ferite alla testa, a indicare ai poliziotti il luogo dove ha abbandonato il coltello.
Appena sarà dimesso per l’accoltellatore si apriranno le porte del carcere. E pensare che lunedì doveva iniziare a lavorare in Svizzera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.