Francesco Gatti nel Cda della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate

Con la cooptazione ufficializzata nella riunione del 18 gennaio si completa la composizione del Cda. Scazzosi: «Un altro tassello importante nel percorso di rinnovamento della governance»

Francesco Gatti, bustese, classe 1963, è stato cooptato come componente del Cda della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate nella riunione del consiglio di martedì 18 gennaio. Con il tredicesimo consigliere si completa la composizione dell’organo di governance della Banca a seguito della nomina, in settembre, di Roberto Scazzosi a presidente del Cda. Gatti, sposato e con un ragazzo in affido, è socio della Bcc dal 1997 e lavora come responsabile dell’assistenza tecnica per strumentazioni cliniche nella Dasit Spa, impresa attiva nel settore Salute con sede a Cornaredo. Dal 2003 collabora con il Busto Arsizio Film Festival e la Busto Arsizio Film Commission, in particolare per la gestione e l’organizzazione di eventi.
Dichiara Scazzosi: «Gatti è persona ben conosciuta in Bcc, in quanto socio e in forza di quanto fatto in questi anni in seno alla Busto Arsizio Film Commission, di cui la nostra Banca è socio fondatore. La sua cooptazione è in linea con il rinnovamento in corso da tempo nel nostro Cda; sono certo che il nuovo consigliere contribuirà con entusiasmo e nuove idee a rendere ancora più dinamica l’azione della nostra banca sul territorio».
Gatti è stato ed è tuttora attivo nell’associazionismo locale: negli anni Ottanta e Novanta ha militato nella squadra di basket del Csg e Basket 90 a Busto Garolfo, quindi nell’Olimpia Legnano. Attualmente è donatore Avis.
«Ringrazio il presidente Scazzosi, che ha voluto concedermi la sua fiducia per un compito impegnativo ma stimolante come quello di consigliere della Bcc -dice Gatti-. La mia famiglia è da sempre legata all’istituto; prima mio nonno, quindi mio padre e i miei zii, e anch’io, da ultimo, abbiamo nella Bcc la nostra banca. Io, nato a Busto Garolfo, non lavoro direttamente su questo territorio, ma della Bcc condivido i valori, quindi non ho avuto dubbi: scegliere la Bcc significa aiutare l’economia locale, mettere a disposizione risorse per lo sviluppo del nostro territorio. Negli anni questa banca si è rinnovata in funzione delle esigenze espresse dal territorio mantenendo sempre la propria identità e il proprio spirito di servizio verso la comunità locale; è questo aspetto a rappresentare il valore aggiunto determinante della Bcc».
 
Dopo la cooptazione di Gatti, ecco la composizione del Consiglio di amministrazione: Roberto Scazzosi (presidente), Ignazio Parrinello (vice presidente vicario), Mauro Colombo (vice presidente), Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Cecilia Cardani, Enzo Papa, Vittorio Pinciroli, Graziano Porta, Mario Pozzi, Andrea Rinaldi, Francesco Gatti.
 
Collegio sindacale: Gian Mario Marnati (presidente), Giorgio Francesco Rossi e Gian Franco Sommaruga (sindaci effettivi).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.