Futuro e Libertà si presenta alla città

Dopo lo strappo con il PdL a fine dicembre e la cacciata di Liccati da 3SG-Camelot, i finiani si ritrovano lunedì 10 gennaio gli "stati generali" in vista delle elezioni di primavera

Futuro e Libertà debutta anche a Gallarate, con una vera e propria convention: a distanza di una decina di giorni dallo scontro con la maggioranza PdL, i finiani si ritrovano per gli "stati generali" Futuro e Libertà si presenta a Gallaratein vista delle elezioni amministrative. La convention è in programma lunedì 10 gennaio all’hotel Astoria (piazza Risorgimento, alle 21), i lavori saranno aperti proprio dagli interventi degli esponenti locali ex An che si sono imbarcati nella nuova sfida: il gruppo stretto intorno a Luca Daniel Ferrazzi comprende anche Luca Carabelli e Franco Liccati, che fino a pochi giorni fa partecipavano all’amministrazione cittadina, il primo direttamente come assessore all’istruzione, il secondo come direttore di 3SG. Proprio il "siluramento" di Liccati e la sua sostituzione con Paolo Caravati (peraltro anche lui ex An), ultimo atto firmato da Nicola Mucci come sindaco, ha portato alla rottura evidente tra Futuro e Libertà e il PdL, suggellata anche dalle dimissioni volontarie e polemiche di Carabelli. Ferrazzi ha parlato allora di "atto gravissimo" (la revoca di Liccati). Il tutto mentre altri due ex-An, i consiglieri comunali Luigi Causarano e Giuseppe De Bernardi Martignoni, entravano nelle file del PdL.
Gli Stati Generali saranno dunque un momento importante per capire quali mosse faranno ora i finiani, anche in vista dell’appuntamento elettorale. Nei mesi passati – anche prima dello strappo con il PdL – si era parlato di un possibile candidato FLI, uno scenario ora da verificare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.