Gli studenti “entrano” in carcere per studiare la legalità

Inizia la quarta edizione per percorso educativo che affianca le scuola varesine e la casa circondariale

"Per conoscere bene una persona, devi condividere del tempo insieme". È la riflessione nata da una ragazza varesina delle scuole superiori dopo il progetto "Educazione alla legalità" a cui ha partecipato l’anno scorso. Per questo – nella quarta edizione dell’iniziativa che è stata presentata venerdì sera all’istituto Maria Ausiliatrice – è stato inserito un altro tassello. Non solo lavori paralleli di riflessione fra studenti e detenuti della Casa Circondariale varesina, ma anche la possibilità, per un ristetto gruppo di ragazzi e ragazze, di partecipare alle attività scolastiche e non delle persone detenute.
Il progetto coinvolgerà anche quest’anno l’Isis Newton e il Liceo Cairoli. In questa edizione si aggiungeranno anche l’Istituto Maria Ausiliatrice e lo Sportello Provinciale Scuola Volontariato dell’Ufficio Scolastico Territoriale.
Da qui a maggio studenti e detenuti seguiranno due distinti percorsi di riflessione. I ragazzi incontreranno anche gli operatori, gli educatori e gli agenti di Polizia Penitenziaria. Poi, ci saranno incontri faccia a faccia e infine la tradizionale giornata conclusiva con una festa. 
Alla serata di inaugurazione oltre ai quarantacinque allievi che hanno deciso di aderire, erano presenti per la prima volta anche i genitori, in tutto cinquanta, che quest’anno sono stati a loro volto coinvolti nell’iniziativa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.