I finiani romani “battezzano” Generazione Futuro Varese

Sabato 15 gennaio presso la sede dell’associazione Fare Futuro a Roma è nato ufficialmente il movimento giovanile di Futuro e Libertà per l’Italia

Sabato 15 gennaio presso la sede dell’associazione Fare Futuro a Roma è nato ufficialmente il movimento giovanile di Futuro e Libertà per l’Italia. Alla presenza dei coordinatori nazionali, circa 90 delegati provenienti da quasi tutte le provincie italiane hanno redatto e approvato le linee programmatiche, lo statuto ed i regolamenti del nascente movimento.
A rappresentare la provincia di Varese era presente Alessandro Delli Gatti, già dirigente
provinciale di Azione Giovani e della Giovane Italia, passato coi finiani dopo lo strappo di Luca Ferrazzi.
“Abbiamo lanciato alcune proposte strettamente programmatiche per una serie di campagne sui temi più disparati – ha dichiarato Della Gatti – a partire dalle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia, passando per il Giorno del Ricordo in memoria dei martiri delle foibe, per arrivare ad una serie di iniziative di sensibilizzazione sul radicamento della mafia nel centro-norIl simbolo di Generazione futurod Italia”.
La giornata di sabato ha sancito, per i giovani finiani, anche l’approvazione definitiva del nome e del simbolo del loro movimento, oltre che l’avvio ufficiale del radicamento sul territorio.
“Sarà un’aggregazione giovanile del tutto nuova, realmente meritocratica ed efficiente, che non avrà niente a che vedere con quelle che abbiamo conosciuto finora, davvero futurista. – commenta Massimiliano Politi, dirigente del movimento in provincia di Varese – Cercheremo di parlare ai giovani col linguaggio dei giovani, e non con quello tradizionale della politica, senza trascurare la concretezza ed una capillare presenza sul territorio. I ragazzi che si stanno avvicinando a noi sono davvero tanti; nei prossimi giorni, ai nostri circoli già presenti ed attivi a Varese e in Valceresio aggiungeremo la nascita di altri due circoli nel Gallaratese, uno nel Luinese ed uno nel Vergiatese. E siamo solo all’inizio”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.