“I sospettati dell’attentato? sono figli di militanti leghisti”

Secondo Repubblica.it a dirlo è addirittura il senatur, Umberto Bossi. "I miei figli li conoscono"

Umberto BossiI giovani fermati come possibili responsabili dell’attentato del 29 dicembre contro la sede della Lega a Gemonio sono figli di militanti padani.  A rivelarlo è stato il leader della Lega, Umberto Bossi, durante una conversazione con i giornalisti a Ponte di Legno riportata dall’edizione milanese de quotidiano on line Repubblica.it, dove sta passando le vacanze.

Di più: il senatur ha mostrato perplessità sul fermo e la denuncia dei giovani resa pubblica ieri, 31 dicembre, mettendo in dubbio il fatto che i giovani ne siano gli autori. «Mia moglie pensa che abbiano voluto chiudere subito il caso – ha affermato il ministro delle Riforme, secondo il quotidiano – Gli uomini coinvolti vengono da famiglie leghiste: i miei figli li conoscono».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.