Il 2011 inizia con un’eclissi di sole

Martedì 4 gennaio la Luna comincerà ad intaccare il disco solare alle ore 7,54. Il Gruppo astronomico tradatese (Gat) seguirà l'evento

Uno spettacolo della natura da non perdere. Succederà il 4 gennaio: ci sarà un’eclisse parziale di Sole molto profonda, con circostanze talmente suggestive da risultare indimenticabili e, in un certo senso, irrepetibili. Sì, perché quel giorno il Sole sorgerà da Est già parzialmente intaccato per il 10 per cento dal disco lunare (un’ alba quindi assolutamente ‘anomala’). Nell’ora successiva la Luna continuerà a ricoprire lentamente il disco Solare fino a nascondere il 65 per cento della sua superficie. In parole povere, la mattina del 4 gennaio la luce diurna calerà progressivamente man mano che il Sole si alzerà sopra l’ orizzonte di levante.
Inutile dire che per il GAT, Gruppo Astronomico Tradatese, la mobilitazione sarà totale. Soprattutto, il GAT vuole coinvolgere non solamente i suoi soci, ma anche, e soprattutto, la gente comune ed i ragazzi delle scuole (che durante le visite alla mostra sui pianeti sono stati accuratamente informati del fenomeno e di come osservarlo al meglio).
 
Eclissi – Come noto, si ha un’eclisse di Sole quando la Luna, nel suo moto orbitale attorno alla Terra, si viene a trovare esattamente tra la Terra e il Sole. Nel caso specifico, la Terra si trova il 4 gennaio alla minima distanza dal Sole di 147,1 milioni di km (perielio), quindi, da Terra il disco solare (nella costellazione del Sagittario) presenta il massimo diametro angolare possibile (32,53’). Per contro la Luna NUOVA (circostanza indispensabile per un’eclisse) sarà molto prossima alla massima distanza dalla Terra (raggiungerà l’apogeo sei giorni dopo, il 10 gennaio), quindi il suo diametro apparente sarà del 10% inferiore al diametro solare. A questo si aggiunge il fatto che l’allineamento Sole-Luna-Terra non sarà perfetto. Conseguenza: il prossimo 4 gennaio ci sarà un’eclisse di Sole che non raggiungerà mai la totalità, in nessuna regione della Terra.
Veniamo però adesso ai dati che ci interessano maggiormente, ossia alle circostanze di questa grande eclisse relative alla Lombardia ed alla provincia di Varese. Un’ora prima dell’alba il cielo di levante sarà già molto ‘invitante’, presentando il raro e luminoso avvicinamento di Mercurio e Venere. Da noi la Luna comincerà ad intaccare il disco solare alle ore 7,54. Ma in quel momento il Sole sarà ancora sotto l’orizzonte di levante e sorgerà solo una decina di minuti dopo, ossia alle ore 8,03: questo significa che il 4 gennaio vedremo sorgere la parte superiore del disco solare già intaccato per circa il 10% dalla Luna! Un’ alba davvero surreale, non c’è che dire! Man mano che il Sole si alzerà sull’orizzonte (spostandosi leggermente a destra di chi guarda), la Luna (spostandosi verso la sinistra di chi guarda) continuerà a ricoprirne la parte superiore della superficie finchè, alle ore 9,11 l’eclisse raggiungerà la fase massima per la Lombardia: diametro solare occultato del 73% e superficie solare annerita del 65%, con una notevole diminuzione di luce. In quel momento il Sole sarà alto solo 8° sopra l’orizzonte, quindi l’eclisse si collocherà interamente nel paesaggio circostante, creando uno spettacolo di straordinaria bellezza e suggestione. La Luna abbandonerà completamente (da sinistra) il disco solare alla h 10,36, quando il Sole sarà 17° sopra l’orizzonte. 

Galleria fotografica

Eclissi 4 di 14
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Eclissi 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.