“Il comune preferisce gli stranieri agli anziani saronnesi”

Affondo della Lega Nord che presenta un’interpellanza in consiglio comunale: “Perché potenziale lo sportello immigrati e tagliare il bonus per le famiglie che tengono in casa il nonno o la nonna”

Nel prossimo consiglio comunale del 25 gennaio la Lega Nord saronnese ha presentato un’interpellanza per avere dei chiarimenti sui costi dello sportello immigrazione. «Nel Bilancio consuntivo del 2009 lo sportello costava la bellezza di 26mila 680 euro. Una spesa ingente per un servizio di supporto burocratico che non riteniamo per nulla essenziale – spiegano dal Carroccio -.  In campagna elettorale l’attuale maggioranza ha promesso più volte politiche a favore della famiglia. Alla prova dei fatti però il primo servizio a essere tagliato è stato proprio il bonus riservato alle famiglie che decidono di mantenere a casa il nonno o la nonna anziché spedirli in ospizio. Tagliando la metà delle risorse destinate a supportare le famiglie degli anziani non più autosufficienti, si compie una scelta che va contro le politiche a favore della famiglia».
 
«La Lega Nord è assolutamente contraria a una decisione del genere. Se noi fossimo stati in amministrazione e avessimo dovuto decidere quale servizio tagliare, il primo a cadere sarebbe stato quello dello sportello immigrazione. Se fosse stato per noi, tutti i servizi per i saronnesi, soprattutto se anziani, sarebbero stati mantenuti – proseguono dal Carroccio -. Quando la coperta del sociale è troppo corta e si rischia di lasciare scoperto qualcuno, bisogna tagliare prima di tutto le spese superflue. Aver deciso sia di mantenere tutte le spese effettuate nel passato per questo sportello immigrazione, sia di potenziarlo, è una scelta di una gravità senza pari per Saronno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.