Il comunicato del Comune

Positivo l'incontro in Prefettura di stamane con Pattoni e quello in municipio, Palazzo Gilardoni precisa i termini della vicenda

Di seguito la nota diramta in serata dal Comune di Busto Arsizio dopo l’incontro con il nuovo proprietario della Pro Patria

Questa mattina il prefetto Simonetta Vaccari, il questore Marcello Cardona, il sindaco Gigi Farioli, e importanti rappresentanti di istituzioni di pubblica sicurezza hanno esaminato la situazione venutasi a creare dopo l’acquisto della maggioranza azionaria della società Aurora Pro Patria da parte di Massimo Pattoni.
In primo luogo prefetto e questore hanno ribadito l’apprezzamento per il ruolo svolto dal sindaco e dall’Amministrazione comunale.
Di fronte alle autorità, il signor Pattoni ha dimostrato di essere in possesso del 90% del capitale societario, in forza di atto notarile del 4 gennaio 2011. Lo stesso ha confermato la forte volontà di salvaguardare la Pro Patria e, a riprova, ha mostrato assegni circolari del valore di oltre 120.000 Euro per il pagamento di spettanze di atleti e personale della società.
Nel corso dell’incontro tutte le autorità presenti hanno convenuto con il sindaco circa l’assoluta necessità di monitorare costantemente la situazione, ciascuno per le rispettive competenze, affinché sia garantito un futuro proficuo alla società.
Il sindaco, nel sottolineare la grande sensibilità istituzionale e sociale che ha portato prefetto e questore all’incontro di oggi, ha anche accettato, di fronte alla loro costante disponibilità alla collaborazione, di costituirsi garante per il raggiungimento di questi importanti fini.
E’stata sottolineata, eccezion fatta per pochi irresponsabili, l’assoluta civiltà della cittadinanza e dei tifosi. Ogni autorità locale, anche giudiziaria, è già allertata per garantire che nessuno possa disonorare il nome della società e della città e che da esse siano allontanati dubbi di sorta circa operazioni e azioni men che trasparenti e legittime che possano portare danno, come avvenuto recentemente.
Il signor Pattoni, dopo aver incontrato tifosi e giocatori, in serata si è intrattenuto con il sindaco e ha contattato la banca: nella giornata di domani effettuerà i bonifici così come richiesto dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio in sostituzione degli assegni circolari già preparati.
Con il sindaco e l’assessore Armiraglio ha immediatamente posto le basi per sopperire alle necessità di alcuni atleti segnalate solo oggi alla proprietà e all’Associazione “La Tigre nel cuore”.
Il signor Pattoni si è anche detto disponibile ad incontrare chiunque voglia supportare la società attraverso acquisizioni di quote societarie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.