Il franco è forte ma non tutti i frontalieri ci guadagnano

Alcuni lavoratori hanno ricevuto gli stipendi in euro. In questo modo i datori di lavoro trattengono la plusvalenza sul cambio favorevole

stipendi frontalieri pagati in euroArrivano dal Mendrisiotto e dal Canton Grigioni alcune segnalazioni di frontalieri pagati in euro. Ciò è avvenuto come prima conseguenza della tendenza del Franco svizzero a guadagnare sempre più punti sulla moneta dell’Unione Europea. Alcuni datori di lavoro hanno risposto al cambio favorevole versando gli stipendi già convertiti per risparmiare così sulla plusvalenza. La busta paga resta dunque formalmente in franchi ma quello che poi viene accreditato sul conto è in euro, lasciando così i frontalieri privi di ogni vantaggio dovuto al cambio favorevole.

La legge svizzera non consente questo comportamento, tuttavia è difficile trovare lavoratori pronti a denunciare i propri datori come spiega al Giornale del Popolo, Giancarlo Bosisio, responsabile dei frontalieri per il sindacato Octs: «In passato – ha dichiarato al quotidiano – qualche caso è venuto a galla, me nel contesto di oggi ancora nessuno si è fatto avanti». Secondo altri sindacati che hanno registrato le denunce, le aziende più interessate sarebbero quelle che operano all’estero e quelle più piccole.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.