Il “legittimo impedimento” al vaglio della Consulta

il presidente della Corte Costituzionale ha dichiarato aperta l'udienza sulla legge grazie alla quale il premier Silvio Berlusconi è al riparo dalla ripresa dei tre processi a suo carico

A Palazzo della Consulta il presidente della Corte Costituzionale Ugo De Siervo ha dichiarato aperta l’udienza sul “legittimo impedimento”, la legge grazie alla quale il premier Silvio Berlusconi è al riparo dalla ripresa dei tre processi a suo carico (Mills, Mediaset e Mediatrade) almeno fino al prossimo ottobre.
Il giudice relatore, Sabino Cassese, ha cominciato a riassumere i motivi dei tre ricorsi dei giudici di Milano che sullo "scudo" lamentano la violazione dell’art.138 della Costituzione (necessità di una legge costituzionale) e 3 (irragionevole sproporzione tra diritto di difesa ed esigenze della giurisdizione). A seguire, a difesa del ‘legittimo impedimento’, interverranno i legali del premier, Niccolò Ghedini e Piero Longo, e gli avvocati dello Stato Michele Dipace e Maurizio Borgo, per conto della Presidenza del Consiglio. Il verdetto è atteso per giovedì prossimo, mentre domani la Corte deciderà sull’ammissibilità di sei referendum: quattro contro la ‘privatizzazione’ dell’acqua, uno dell’Idv per il ‘no’ al nucleare e l’ultimo, sempre del partito di Antonio Di Pietro, per la cancellazione totale del ‘legittimo impedimento’. Il via libera a quest’ultimo quesito viene dato per scontato in ambienti di Palazzo della Consulta. Se però la consultazione popolare si terrà o meno dipenderà anche dalla decisione che i giudici dell’Alta Corte prenderanno sulla legittimità dello ‘scudo’.

Ansa

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.