Il PD? Per Lovisolo “è il partito delle dimissioni”

Il neopresidente di Castellanza Servizi respinge gli attacchi dei democratici che ne volevano le dimissioni dalla carica di segretario cittadino della Lega. "Vogliono anche indicare il mio successore, già che ci sono?"

"Anche a livello locale, la politica del Partito Democratico rispecchia perfettamente l’operato dei vertici nazionali: proposte pari a zero, critiche incessanti e continue richieste di dimissioni". È un Giancarlo Lovisolo irritato quello che replica al PD castellanzese, "reo" di averne già chiesto la testa – l’esponente leghista è presidente di Castellanza Servizi appena da un mese, ma è anche segretario cittadino del suo partito. Ai democratici, questo appariva inopportuno.
"Questi politicanti" ribatte secco Lovisolo "hanno un concetto di democrazia tutto particolare, che sempre più spesso li porta a chiedere le dimissioni di persone che non la pensano come loro. La mia nomina alla guida della municipalizzata infatti, è stata fatta a prescindere dalle questioni politiche, ma bensì tenendo conto di tutte le caratteristiche necessarie per presiedere la Castellanza Servizi. Pesonalmente credo che per chi vince le elezioni non sia un’ opportunità ma un obbligo governare al meglio. Come dimostrano le ultime esternazioni fatte dal Pd, dall’opposizione nascono solo critiche e richieste di dimissioni". In mancanza di un dialogo efficace tra maggioranza e minoranza, questo è il risultato.
"Ritengo però che chiedere le dimissioni da segretario della Lega Nord sia un atto gravissimo. Andando avanti di questo passo sarà il PD (partito anti-democratico) ad indicarci chi dovrà essere il prossimo segretario! Gli amministratori che escono dal vivaio leghista castellanzese sono conosciuti ormai non solo sul nostro territorio, ecco perchè talvolta sono chiamati ad amministrare, anche altrove di questo non me ne faccio certo una colpa! forse è meglio che il PD guardi al suo interno anziche’ chiedere dimissioni perche’ alle prossime elezioni rischia di correre con la lista Divisi per Castellanza" è l’ultima stoccata, a ricordo della recente spaccatura che ha visto protagonista il consigiere Michele Palazzo. Quando si dice girare il coltello nella piaga.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.