“Il sangue verde”: la questione migratoria vista da Rosarno

L'associazione 26per1 propone il documentario di Andrea Segre, dedicato ai braccianti africani impiegati nelle campagne della cittadina calabrese, teatro di violenti scontri mesi fa

L’Associazione 26per1 invita a partecipare alla proiezione de “Il sangue verde” film documentario di Andrea Segre in programma mercoledì 19 gennaio a Busto Arsizio presso il Circolo ACLI di Via Pozzi 7, cortile ex-cinema Mignon, dalle ore 21.15. Ingresso a sottoscrizione libera.
Di seguito la presentazione a cura di 26per1

"A un anno di distanza dai fatti che hanno avuto luogo nella cittadina calabrese di Rosarno, ecco un film che sceglie di non mettere a tacere i sentori di un grosso disagio sociale e decide di dare voce ai suoi protagonisti. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani, sfruttati da un’economia fortemente influenzata dal potere mafioso della ‘Ndrangheta. Per un momento l’Italia si accorge di loro, ne ha paura, reagisce con violenza, e in poche ore Rosarno viene “sgomberata” e il problema “risolto”.
Ma i volti e le storie dei protagonisti degli scontri di Rosarno dicono che non è così. Scovarle e dare loro voce è oggi forse l’unica via per restituire al Paese la propria memoria: quella di quei di giorni di violenza e quella del proprio recente quanto rimosso passato di miseria rurale.

Dopo la denuncia di “Come un uomo sulla terra” Andrea Segre torna a far parlare chi a stento viene ascoltato e che più di altri lotta contro la discriminazione e lo sfruttamento. E il regista veneto lo fa con la sua arma migliore: un documentario duro e sincero che parla alla gente e ridà dignità a chi l’ha perduta a causa delle logiche assurde di sudditanza e intimidazione che purtroppo ancora comandano nel nostro paese".

“Il sangue verde” ha vinto il premio del pubblico alla prima edizione del The village doc festival, selezionato e infine classificato al secondo posto nella quarta edizione del Mediterraneo Film Festival, menzione speciale al Tutti nello stesso piatto: Festival Internazionale di Cinema, Cibo e Videodiversità, premio miglior montaggio nella 17a edizione del Premio Libero Bizzarri, menzione d’onore al Festival dei Diritti Umani di Napoli, vincitore del premio selezione Cinema.Doc alle Giornate degli Autori – 67 Mostra del Cinema di Venezia, infine selezionato al XXX Festival di Cinema Africano di Verona e al Festival Cinema &/è Lavoro di Terni. Per maggiori info sul documentario: http://ilsangueverde.blogspot.com/ .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.