Il Team Insubrika trionfa nel Meeting del Ceresio

A Lugano lunga serie di podi per il club varesotto. Arianna Castiglioni conquista tre medaglie e sale in vetta alla classifica stagionale italiana per la sua categoria

Parte ancora una volta con una vittoria in terra elvetica la nuova stagione agonistica del Team Insubrika di nuoto che nello scorso weekend si è aggiudicato a Lugano, con ampio margine sulle altre 18 squadre, il Meeting del Ceresio giunto alla 32a edizione.
Oltre alla bella vittoria di squadra, la formazione varesotta ha ottunuto importanti riscontri tecnici, grazie a una serie di ottimi risultati cronometrici centrati dai giovani atleti nero-argento, capaci di far cadere diversi record personali.
Tra le imprese da sottolineare c’è quella di Arianna Castiglioni, atleta under 14 capace di conquistare due ori (200 dorso e 100 rana) e un argento (400 misti) con tempi che la collocano al vertice delle classifiche stagionali per la sua categoria.
Molto bene anche per il ’96 Samuele Botter che nei 200 delfino ha strapazzato il suo primato ed è salito in vetta alle graduatorie tricolori in vista degli assoluti invernali.
Tra i senior arriva una grande prestazione per il capitano del Team Insubrika, Paolo Villa, che al rientro da un grave infortunio, ha siglato il suo miglior tempo stagionale nei 100 delfino (54"52), che gli è valso l’oro a Lugano. Il riacutizzarsi del dolore alla spalla, tuttavia, ha suggerito a Paolo di rinunciare alle altre gare cui era iscritto.
Sempre nel delfino, bella prestazione di Elena Corti, che ha vinto i 100 in 1’03"97) dimostrando un’ottima progressione tecnica, oltre che cronometrica; Nicolò Maranzana ha concluso al secondo posto nei 200 e al terzo nei 100 pur essendo a sua volta al rientro alle gare. Sempre nel delfino podio anche per la giovane Chiara Bernardi (’96)
Nello stile libero brillano Giacomo Toia, argento per un soffio, e Mirko Gallazzi che migliora di 6" il personale nei 400 metri; bronzo per Anna Laura Cavo nei 400 e anche nei 400 misti.
Due vittorie invece per un altro rientro di lusso, quello di Carlalberto Testa che si aggiudica sia i 100 sia i 200 dorso; nella prima occasione è accompagnato sul podio dal compagno di squadra Nicolò Oldrini che ha vinto il bronzo, stesso risultato del mistista Alessandro Gianandrea che con questo risultato si è qualificato per gli Italiani di categoria.
La panoramica di medagli si conclude con la rana dove Simone Squarzanti e Giacomo Toia sono saliti sul podio dei 200 (2° e 3°) così come Jasmine  Cremonesi nei 100. A vincere i 100 maschili è stato invece il varesino Nicolò Ossola, ora in forza alla Forestale, che ha fatto l’en plein conquistando pure i 200 rana e i 50 stile libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.