Il treno dei “rottamatori” ferma al Santuccio

Il movimento del Partito democratico replica in città lo schema che ha reso celebre l'iniziativa del consigliere regionale Pippo Civati e del sindaco di Firenze matteo Renzi

Prossima Fermata? Varese. Il nuovo movimento che orbita nella sfera politica del Pd, tenuto a battesimo dal consigliere regionale Pippo Civati e dal sindaco di Firenze matteo Renzi, arriva a Varese con un appuntamento simile a quello che ha reso celebre i "rottamatori".
Il 22 gennaio dalle 14 alle 18 al teatro Santuccio di via Sacco, organizzano un forum per dare voce alla società civile: ogni partecipante sarà chiamato a presentare una proposta o un’esperienza che in 5 minuti racconti la propria idea di città. Lo schema sarà quello già provato alla stazione Leopolda di Firenze.
Alla fine si giungerà ad un documento, “La prossima Varese”, «una sorta di manifesto con le idee che usciranno dall’incontro, da consegnare alle forze politiche in vista delle prossime elezioni amministrative».
Un’iniziativa che gli organizzatori tengono a definire «non in contrasto con ogni altra iniziativa del Pd, con il quale non c’è nessun tipo di polemica. Noi – spiegano i “rottamatori varesini” – vogliamo cercare di dare voce ad alcune realtà della società civile proprio per portare un valore aggiunto al partito».
La partecipazione è aperta a tutti «inviando il proprio contributo alla mail prossimafermatavarese@gmail.com». Tra gli ospiti che hanno già confermato il proprio intervento persone appartenenti al mondo della politica, come Giuseppe Adamoli e il consigliere regionale Alessandro Alfieri, ma anche autori come il giornalista Marco Alfieri o Loris Mazzetti del programma “Vieni via con me”. Così come persone legate al mondo dell’associazionismo, Legambiente, l’Arci, gli amministratori del territorio e tanti cittadini comuni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.