Il volontariato che combatte la crisi

Sabato 29 gennaio, istituzioni e associazioni si metteranno a confronto nel convegno organizzato dal CVV dal titolo "Volontariato, fra crisi economica e tagli alla spesa pubblica"

Il volontariato che combatte la crisi Quando si parla di volontariato, si pensa alla solidarietà e alla condivisione, ad attività cocrete che aiutano lo sviluppo della società. Una dimensione imporntante, tanto che il 2011 è stato dedicato proprio al volontariato. Eppure, le difficoltà economiche si fanno sentire e anche Varese si trova a fare i conti con le scarse di risorse. Per questo sabato 29 gennaio, istituzioni e associazioni si metteranno a confronto nel convegno organizzato dal CVV (Coordinamento Volontario Varese). Un incontro che si terrà al Salone Estense, dalle 9 alle 13 e prende il titolo "Volontariato, fra crisi economica e tagli alla spesa pubblica".
«C’è un aumento dei bisogni e una diminuzione delle risorse – spiega Giuliana Iannella, neo-presidente del coordinamento -. Una situazione difficile perchè, se il nostro primo problema è quello di trovare volontari, il secondo è quello di reperire i fondi. Il terzo è quello di riuscire a coinvolgere i giovani». Problemi che verranno affrontati durante l’incontro di sabato, «cercheremo soluzioni percorribili e condivise». Del CVV fanno parte circa 50 associazioni che lavorano sul territorio di Varese e della provincia occupati nel settore della povertà, del disagio giovanile, degli anziani, dei disabili e altro. E meno risorse ci sono e meno si può fare. «L’area dei Servizi Sociali è finanziata per l’80% da risorse interne, per il 20% da risorse esterne. Quest’ultime sono finanziamenti statali (legati al fondo nazionale politiche sociali) che vengono ridistribuiti ai comuni dalla Regione. Lo scorso anno, quest’ultimo finanziamento, è stato tagliato del 60% e il buco è stato coperto dal comune. Quest’anno rischiamo un taglio che va dall’80% al 50%» – spiega Francesco Spatola, dirigente Servizi Sociali Comune di Varese -. «La crisi ormai, tocca anche zone come la nostra, che si è sempre ritenuta benestante».
La giornata di sabato vedrà la partecipazioni dei dirigenti delle istituzioni pubbliche e dei presidenti delle associazioni di volontariato, in un dibattito moderato dal direttore de La Prealpina, Giancarlo Angeleri.

Ecco il programma della giornata:
9,00 – Registrazione dei partecipanti
9,15 – Saluto delle autorità
9,45 – Benvenuto e saluto dei promotori
Grazia Maria Dente – Vicepresidente nazionale MoVI
Giuliana Iannella – Presidente CVV
10,00 – Giancarlo Rovati – Ordinario Sociologia, Università Cattolica di Milano
Gisella Accolla – Ricercatrice ORES
“Le povertà e l’esclusione sociale nel territorio lombardo e varesino”
10,45 – Intervallo
11,00 – Tavola rotonda
COORDINA
Giancarlo Angeleri – Direttore La Prealpina
PARTECIPANO
Rosalia Chendi – CVD (Coordinamento Varesino Disabilità)
Guido Ermolli – CESVOV
Lucas Maria Gutierrez – Direzione Sociale ASL
Giorgio Ruffato – Caritas Decanale
Francesco Spatola – Servizi Sociali Comune di Varese
Giusi Zarbà – AVO (Assoc. Volontari Ospedalieri) Lombardia
12,00 – Dibattito e interventi dalla sala
13,00 – Conclusione

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.