In manette il “pony express” della droga

Insieme ad un amico, denunciato, trasportavano la droga da Milano ai boschi di Busto Arsizio. Quasi un kg la sostanza sequestrata, tra coca ed eroina, e un revolver con cinque cartucce di grosso calibro

Li hanno dovuti pedinare fino a Milano per poter scoprire da dove arrivava la droga che poi circolava nei boschi tra gli spacciatori nei boschi attorno a Busto Arsizio. I carabinieri della compagnia di Busto hanno arrestato, così, un cittadino marocchino di 26 e denunciato in stato di irreperibilità un altro marocchino di 27 anni, che facevano da “pony express” tra il capoluogo di regione e Busto trasportando ingenti quantitativi di eroina e cocaina.
E’ così che i militari, dopo lunghi appostamenti, sono risaliti al covo dei due nord-africani nella metropoli e, proprio nei pressi della loro base, li hanno fermati scoprendo che nel passaruota della loro autovettura avevano nascosto 350 grammi di eroina mentre il resto dello stupefacente era stato occultato in diversi nascondigli all’interno dell’appartamento.
Dopo un’attenta perquisizione sono sbucati dalle intercapedini delle finestre e nei tubi di scarico della caldaia altri 600 grammi di cocaina e una pistola caricata con cartucce calibro 357 magnum. Ai due è stata sequestrata anche l’autovettura e una serie di telefoni cellulari. La droga sequestrata avrebbe fruttato, una volta venduta, circa 100 mila euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.