In parrocchia si studia la musica, grazie al Puccini

Avviata una collaborazione tra Istituto Musicale Puccini e Comunità Pastorale San Cristoforo: al centro del progetto al parrocchia di Sciarè

Migliorare la formazione musicale dei parrocchiani più giovani, anche in considerazione della valenza educativa e aggregativa che tale attività può assumere, e rendere sempre più capillare e conosciuta l’azione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Puccini: sono questi gli obiettivi perseguiti con la collaborazione avviata tra la realtà accademica di via Dante e la Comunità Pastorale San Cristoforo di Gallarate – Parrocchia di San Paolo Apostolo. L’accordo, siglato da monsignor Franco Carnevali e dal presidente dell’Istituto Musicale, Carlo Morandi, prevede l’organizzazione di corsi propedeutici riservati agli allievi della scuola primaria e dell’infanzia. Novantacinque euro la quota di iscrizione per 25 lezioni previste (dunque ogni lezione costerà meno di 4 euro), il tutto senza sovrapposizioni con le attività di catechesi. L’iniziativa è estendibile ad altre Parrocchie che, se interessate, potranno mettersi in contatto con l’Istituto rivolgendosi alla segreteria di via Dante 11. «Credo che questa collaborazione – dichiara l’assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, Isabella Peroni – sia particolarmente positiva. Dopo il lancio di un importante progetto formativo nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, l’Istituto Puccini si apre ulteriormente al territorio, inserendosi nel tessuto sociale. Si tratta, insomma, di una realtà di eccellenza che, lungi dal rivolgersi ai soli cultori e appassionati, si mette a disposizione della città e contribuisce ad estendere sensibilità ed educazione musicale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.