In stazione arrivano gli Angeli Urbani

I volontari dell'associazione varesina, formati dalla Prefettura nel corso per "rondisti", affiancheranno la polizia locale come presidio sociale

In stazione, accanto alle forze dell’ordine, ci saranno anche gli Angeli Urbani, i volontari con il basco rosso dell’associazione varesina omonima. I dettagli della nuova presenza saranno illustrati venerdì in un conferenza stampa proprio nella piazza davanti alla stazione. «La decisione di coinvolgere gli Angeli Urbani – spiega l’assessore alla sicurezza Paolo Cazzola – è dettata dalla consapevolezza dello stato di salute della zona della stazione, che va sicuramente migliorata non solo con la presenza di polizia e uomini in divisa, ma con l’azione di chi affianca alla sicurezza elementi di solidarietà. Per non spostare semplicemente il problema in altre zone e per intercettare situazione di disagio che rischiano di sfociare in degrado, come ad esempio alcolismo». I volontari dell’associazione fanno già lo stesso tipo di servizio anche a Varese, gli Angeli Urbani – nati da una scissione dai City Angels e guidati da Walter Piazza, che di lavoro fa l’investigatore privato – sono una delle sigle autorizzate dalla prefettura dopo il corso per "rondisti" (nella foto, una esercitazione prima del corso, nel 2009). La presenza dei volontari con giubbotto blu e basco rosso sarà saltuaria, ma l’auspicio del Comune è che si possano reclutare anche a Gallarate dei volontari che possano – una volta formati al compito – entrare nelle file dell’associazione. «Goccia a dopo goccia riusciremo a lavare via situazioni di degrado che non si possono combattere solo con le multe» conclude Cazzola.

I volontari si affiancheranno comunque alla presenza delle forze dell’ordine, chiamate spesso ad intervenire in zona anche per fatti di una certa gravità, come le aggressioni che hanno avuto come vittime diversi esercenti (per lo più stranieri) dei negozi della piazza o delle vie limitrofe. «La polizia locale – continua Cazzola – assicura un presidio di 3/4 ore al giorno, compatibilmente con altri servizi in altre zone della città. Del resto un presidio 24 ore su 24 sarebbe una sconfitta, significherebbe che non si riesce ad intervenire su altri fronti», come quello della prevenzione e dell’aiuto al disagio sociale. I dettagli della presenza dei volontari saranno illustrati venerdì mattina, alle ore 10.00, davanti alla stazione ferroviaria di pazza Giovanni XXIII. Interverranno lo stesso Paolo Cazzola, il comandante della Polizia Locale Giuseppe Alessi, il commissario Mauro Bof e il signor Walter Piazza, dell’associazione Angeli Urbani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.