Insieme e Oltre:”Abbiamo il diritto di fare opposizione”

Il gruppo torna sulla mancata convocazione delle Commissione Bilancio, e chiarisce la propria posizione, anche alla luce della risposta del Capogruppo di Maggioranza

“Rivendichiamo il diritto di fare opposizione”. Il Gruppo Insieme e Oltre torna sulla mancata convocazione delle Commissione Bilancio, e chiarisce la propria posizione, anche alla luce della risposta del Capogruppo di Maggioranza:

“Nessuno mette in dubbio che  in un sistema democratico governa la maggioranza che ha vinto le elezioni, ma è altresì evidente che le minoranze hanno il diritto ed il dovere di esercitare il proprio ruolo fino in fondo. In primo luogo hanno il diritto di poter pensare ed agire diversamente dalla maggioranza,  e quindi hanno il dovere di  controllare e vigilare sull’operato di chi governa, con onestà intellettuale e consapevolezza dell’importanza di questa funzione.  Noi ci troviamo nella condizione di non potere adempiere fino in fondo  al nostro compito. Questo perché  come già detto, dal 24 marzo 2010, per scelta del suo Presidente, e nonostante le nostre continue sollecitazioni (come risulta da lettere protocollate)  non viene più convocata la Commissione Bilancio, che ha il compito di esaminare le proposte da sottoporre in Consiglio relativamente al bilancio e suo assestamento generale,  ed al conto consuntivo. Non è nostro intento imporre il nostro volere, ma avere la possibilità di analizzare insieme i dati a disposizione.  Siamo convinti che, quand’anche il dibattito possa risultare spigoloso e talvolta conflittuale, ciò non possa e non debba impedire il confronto purché  voluto. Sin dal nostro insediamento in consiglio comunale abbiamo espresso in maniera chiara ed inequivocabile quale fosse il nostro orientamento, ma probabilmente vale la pena di ribadirlo. E’ nostra intenzione fare minoranza costruttiva, secondo i concetti di autonomia, controllo amministrativo, senso critico, legalità, trasparenza e confronto leale. Noi non ci pieghiamo all’uso di aggettivi irrispettosi, al limite dell’arroganza, come talvolta compaiono negli articoli di replica della Maggioranza, ma dimostriamo con i fatti il nostro convincimento, presentando nelle varie commissioni sempre proposte costruttive, come si vede dalla richiesta di riduzione dei buoni pasto e dei trasporti scolastici. Spiace quindi dovere constatare come da parte della Maggioranza ci sia ancora una volta un atteggiamento di chiusura al confronto democratico, come si evidenzia da ultimo nel diario di bordo distribuito in questi giorni ai residenti, pagato con i soldi di tutti i cittadini, dove si può notare la mancanza di spazi di intervento per l’opposizione. Ci auguriamo comunque che l’Amministrazione faccia prevalere il buon senso ed organizzi un tavolo di discussione con le minoranze,  al fine evitare ulteriori sterili ed inutili contrapposizioni”.

Per Gruppo Insieme e Oltre Giovanna Porrini, Stefano Nardi, Nunzio Marmorea

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.