L’evasione fiscale vale 50 miliardi

In un solo anno i redditi non dichiarati sono cresciuti del 46 per cento. Un quarto dei capitali nascosti all'estero è collocato in Svizzera

In un anno l’evasione fiscale in Italia è aumentata del 46 per cento. Lo rende noto la Guardia di Finanza che ha diffuso oggi il bilancio delle operazioni effettuate nel 2010. Nell’anno che si è appena concluso i militari hanno scoperto quasi 50 miliardi di reddito non dichiarati (49,245 miliardi per la precisione) divisi in: 20.263 miliardi di euro (+ 47 per cento sul 2009) occultati dagli 8.850 evasori totali identificati (+ 18% rispetto al 2009), ossia soggetti che pur svolgendo attività economiche non avevano mai presentato le dichiarazioni dei redditi e 10,533 miliardi individuati dai casi di evasione fiscale internazionale, effettuati mediante residenze fittizie di persone fisiche e società in paradisi fiscali o attraverso esportazioni di capitali in paesi off-shore. I redditi evasi scoperti nel 2010 mediante questo tipo di comportamenti sono aumentati dell’81% rispetto al 2009
Altrettanto massiccia è la quota di evasione relativa all’imposta sul valore aggiunto. La Guardia di Finanza ha individuato casi di Iva dovuta e non versata pari a 6,382 miliardi di euro. 

I capitali "nascosti" all’estero sono collocati in particolare tra il Lussemburgo (25%) e la Svizzera (25%). Seguono il Regno Unito (7%), Panama (6%), San Marino e Liechtenstein (2%), mentre la restante quota è distribuita fra gran parte degli altri 54 paradisi fiscali della black list italiana. 

Tra le operazioni più rilevanti spiccano quelle inerenti alla lotta alla criminalità organizzata: nel 2010 sono stati sequestrati alle mafie 4.828 beni per un valore complessivo di 3 miliardi di euro (+30% rispetto al 2009) e confiscati 542, per un valore di 142 milioni di euro. Sono 1.131 i soggetti che sono stati denunciati nel 2010 per aver riciclato somme di denaro pari a 3,209 miliardi di euro e ai quali sono stati sequestrati patrimoni per 367 milioni di euro (+21%). 

Nel 2010 la Guardia di finanza ha denunciato infine 4.486 persone che hanno fruito di agevolazioni non spettanti, fingendo un basso tenore di vita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.