L’ultimo saluto a Sergio Frasson

Era un pilastro dell'intera comunità. I funerali si terranno mercoledì alle 14 e 30 nella chiesa parrocchiale

A dare un senso alla vita di un uomo sono gli affetti, le relazioni, la capacità di essere un perno della comunità in cui vive. E la vita di Sergio Frasson è stata  piena di senso. Nella casa di via Belvedere a Casciago, quella comunità di affetti si è stretta intorno a lui per accompagnarlo nell’ultimo importante viaggio dell’esistenza. «Mancherà un pilastro della festa di Sant’Eusebio e non solo» hanno detto gli amici del comitato della festa del santo patrono. 
Sergio aveva 78 anni ed era un pilastro perché in tutte le cose che faceva ci metteva la forza e l’entusiasmo che hanno contraddistinto un’intera generazione chiamata a ricostruire l’Italia dopo la guerra. Era della classe 1932 e in provincia di Varese era arrivato da Treviso insieme alla madre. Una vita intera spesa all’interno dell’Aermacchi e una passione folgorante per le motociclette. Le cronache degli anni Sessanta lo riportano nella classifica delle gare di regolarità corse in tutta Italia.
E poi l’impegno per la sua Casciago e per le persone bisognose. Sempre disponibile quando l’asilo Dell’Acqua o l’oratorio avevano bisogno di lavori di manutenzione o giardinaggio. Tifoso del Torino, ma col cuore biancorosso del Varese, che seguiva praticamente dalla sua gioventù.
Infine, una scelta che rende onore a questa vita: non fiori per il funerale ma offerte per "Il ponte del sorriso", associazione onlus nata per sostenere la costruzione di un ospedale materno infantile.
I funerali di Sergio si terranno mercoledì 5 dicembre alle ore 14 e 30 nella chiesa parrocchiale di Casciago.
In questo triste momento, la redazione di Varesenews è vicina alla moglie Clara, ai figli Claudio, Rita, Nicoletta e Patrizia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.