La Befana arriva in pediatria passando dal tetto

La simpatica vecchietta ha portato ai bambini ricoverati all'Ospedale del Ponte tanti regali ma anche una generosa donazione di 5000 euro del Ferrari Club di Travedona per il progetto Ponte del Sorriso

Oltre che vecchia e malmessa, la Befana è un po’ smemorata. Anche quest’anno si è infatti persa  fra i tetti di Giubiano. Per fortuna i Vigili del Fuoco, capitanati dall’ingegner Domenico Tesoro, si sono accorti della sua presenza e sono andati in suo soccorso, portandola a destinazione nella pediatria dell’Ospedale Filippo del Ponte.

Galleria fotografica

La Befana in pediatria 4 di 9

Il suo arrivo in piazza Biroldi non è passato certo inosservato e ha scatenato tanta curiosità tra i passanti. Ma lo stupore più grande è stato quello che si è potuto vedere negli occhi dei bambini ricoverati al quarto piano, quando nel bel mezzo della mattinata hanno visto la simpatica vecchietta entrare da una finestra del reparto con la sua inseparabile scopa di saggina, per distribuire calze e dolcetti a tutti quanti in sala giochi e nelle camere.

Tanti regali e regalini ai quali se n’è aggiunto uno davvero importante: una generosa donazione di 5mila euro consegnata nelle mani di Emanuela Crivellaro da Adriano Del Grande, Presidente del Ferrari Club di Travedona. Un club che non perde occasione per sostenere il grande progetto del Ponte del Sorriso.

La Befana, accolta dal professor Luigi Nespoli, era attesa non solo dai bambini, ma anche dallo staff medico e infermieristico del reparto e dai volontari del Ponte del Sorriso Onlus. Questo suo ingresso a sorpresa attraverso la scala dei pompieri ha lasciato comunque tutti a bocca aperta dando il via ad un’allegra festicciola in reparto, che ha visto Befana, pompieri e ferraristi, tutti insieme, divertirsi giocando con i bambini ricoverati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 gennaio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Befana in pediatria 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.