La “Binda” svela il programmi: il GP Insubria arriverà a Varese

La corsa del 26 febbraio cambia denominazione e percorso. Novità anche per la Tre Valli del 16 agosto che partirà da Besozzo

Tempo di programmi definitivi per la Società Ciclistica Binda, che in questi giorni ha "incasellato" i principali impegni del 2011 che scatterà, per quanto riguarda la stagione italiana, con il Trofeo Laigueglia del 19 febbraio prossimo. La società del presidente Renzo Oldani ha confermato l’impegno per il Gran Premio Insubria oltre che, ovviamente, quello per la Tre Valli Varesine che rimane il fiore all’occhiello del ciclismo provinciale.

Il primo appuntamento (26 febbraio) è quello della corsa transfrontaliera che alla terza edizione assume la denominazione di "Gran Premio Regio Insubrica" e che avrà una dedica speciale per Aldo Sassi; la maggiore novità di quest’anno è il percorso che si snoderà da Campione d’Italia a Varese, con la Città Giardino che per la prima volta ospiterà il traguardo di questa manifestazione. Particolarmente suggestivo l’arrivo scelto, quello di via Trentini (accanto a Villa Recalcati) che l’agosto scorso fu decisamente apprezzato come conclusione della Tre Valli. Il "Regio Insubrica", che misurerà 164 chilometri, vedrà al via parecchi atleti di primo piano a partire da Ivan Basso: in quel momento della stagione è infatti paradossalmente più facile avere in gruppo i grandi nomi, pur indietro di condizione, che si stanno preparando ai massimi appuntamenti. La gara, vinta l’anno scorso dal francese Dumoulin sul traguardo di Pieve Vergonte (foto G. Cottini), prevede una prima parte in linea e quattro giri del circuito finale tra Masnago, Comerio, Gavirate e ritorno verso Schiranna e Casbeno.

Anche per quanto riguarda la Tre Valli del 16 agosto si profila una novità importante rispetto alle recenti edizioni: se l’arrivo, per la quarta volta, a Campione d’Italia era già noto da tempo, fa notizia la partenza che è stata assegnata a Besozzo, dove già si conclusero due storiche edizione del passato organizzate dalla "Binda" del presidente Mario Leva; nel 1981 vinse con una stoccata solitaria il tedesco dell’Ovest Gregor Braun, l’anno successivo fu la volta di Pierino Gavazzi e della sua volata, che nell’occasione gli valse anche la conquista della maglia tricolore.
Gli uomini di Renzo Oldani sono dunque già al lavoro per un’organizzazione di alto profilo di entrambe le competizioni anche se i rumors dell’ultim’ora parlano di un possibile, ulteriore impegno futuro, forse legato a una corsa a tappe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.