La Grande Opera ritorna al cinema

Tornano le dirette con gli eventi teatrali al cinema di Gavirate e a quello di Saronno. Due gli appuntamenti di questa settimana

Dopo i sorrisi delle commedie cinematografiche natalizie, ritorna il grande spettacolo musicale
sugli schermi delle sale cinematografiche del circuito Microcinema Digital Network, tra cui quelle di Saronno al Cinema Silvio Pellico e al Garden di Gavirate. Sale che grazie al collegamento via satellite offrono la possibilità di assistere in diretta agli eventi dei più prestigiosi teatri europei, presentati con proiezione digitale in alta definizione.
Questa settimana vengono proposti due eventi in grado di accontentare sia gli appassionati del
balletto che dell’opera lirica.
Si inizia mercoledì 19 gennaio alle ore 20 con la diretta dalla Royal Opera House di Londra di
Giselle di Adolphe Adam, uno dei più importanti balletti Romantici, e una delle più conosciute
e popolari rappresentazioni di danza del repertorio del The Royal Ballet. Il personaggio che dà il
titolo all’opera mette in scena il trascendentale potere dell’amore di una donna ed è uno dei ruoli
più impegnativi tecnicamente ed emotivamente sfidanti della danza classica.
La coreografia di Marius Petipa è piena di luce, e il fluttuare quasi veleggiante delle leggendarie
Villi è il segno di una qualità e di un’attenzione rappresentativa uniche. L’allestimento di Peter
Wright si inserisce nelle indovinate scenografie di John MacFarlane accentuando il contrasto
che la storia evidenzia tra il mondo umano e soprannaturale. Interpreti di questa storia in cui
l’amore trascende anche la morte sono Marianela Nunez e Rupert Pennefather mentra la direzione
d’orchestra è affidata a Koen Kessels. Il secondo appuntamento è per giovedì 20 gennaio alle ore 20 in diretta via satellite dal Teatro alla Scala di Milano con la rappresentazione nella stessa serata di 2 classici dell’opera lirica italiana : Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero
Leoncavallo. Con la regia di Mario Martone (reduce dal successo cinematografico di Noi Credevamo che racconta la storia del Risorgimento Italiano) torna dopo quasi trent’anni sul palcoscenico della
Scala questo dittico di eccezionale intensità drammatica, manifesto del verismo musicale, che
porta lo spettatore nel Meridione di fine ‘800. Sotto la direzione di Daniel Harding un cast di
grande qualità : Salvatore Licitra (Turiddu), Luciana D’Intino (Santuzza), Josè Cura (Canio),
Ambrogio Maestri (Tonio) e Oksana Dyka (Nedda).
Nella nostra provincia sono due le sale del Microcinema Digital Network che danno la possibilità di
assistere a questi eccezionali eventi comodamente a pochi passi da casa e a un costo contenuto:
a Saronno il cinema Silvio Pellico (www.pellicosaronno.it – info e prenotazioni tel. 02.99768085) e a Gavirate la Sala Comunale Garden (www.immaginario.org – infoe prenotazioni tel. 328.6619786), quest’ultima gestita dall’Associazione Culturale L’immaginario. Il prezzo del biglietto è euro 10, ridotto a 8 euro per over 65 e soci delle Associazioni musicali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.