La Lega chiude al PdL: “Nessuna volontà di dialogo”

Giorgio Caielli sbarra la strada alle richieste avanzate dal vicesindaco Massimo Bossi per un nuovo accordo nel centrodestra. "Sul Pgt nessun accordo, quel piano non ci piace"

«La posizione della Lega Nord non cambia, respingiamo la richiesta che viene dalla maggioranza». Non si è fatta attendere la replica del segretario del carroccio Giorgio Caielli all’apertura di Massimo Bossi su una possibile alleanza che riunisca il centrodestra gallaratese, Lega compresa. «La parola finale spetta a Umberto Bossi – spiega Caielli – la nostra linea non cambia. Ad oggi non vediamo discontinità nelle scelte dell’amministrazione. In questo momento non c’è nessuna possibilità di dialogo». E tra i temi, Caielli insiste in particolare su uno, l’urbanistica, che è proprio il settore che per quattro anni e mezzo è stato nelle mani di Massimo Bossi, già coordinatore del PdL.

Anche sul percorso scelto da Mucci per permettere all’amministrazione di andare avanti per tre-quattro mesi, la Lega mantiene le riserve espresse anche in consiglio comunale, dove aveva ribadito che la soluzione migliore era il commissariamento : «La Lega, di fronte ad una giunta azzoppata, continua a pensare che la stessa giunta dovrebbe comunque limitarsi alla ordinaria amministrazione». E anche qui, l’accento è proprio sull’urbanistica, su quel Piano di Governo del Territorio, scelta strategica per i prossimi 5-10 anni, che Bossi ha messo tra le priorità dell’amministrazione: «Il Pgt, ad esempio, è una scelta importante, va rimandata alla prossima amministrazione, al sindaco che sarà eletto dal popolo», sottolinea Caielli. «Contiene tanti elementi che non ci piacciono. Abbiamo chiesto l’azzeramento dei centri commerciali, la riduzione delle volumetrie, l’eliminazione del cimitero multiconfessionale e dello spazio per la moschea (nella foto: il baniderone gallaratese a Venezia, due anni fa). L’accantonamento di questo Pgt per noi è assolutamente irrinunciabile».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.