“Les Misérables” diventa un musical con Palkettostage

Dopo la pausa natalizia riprende la stagione teatrale allo Spazioteatro di via Galvani con il teatro in lingua originale

La stagione teatrale “Miti e Valori. Dall’ amore romantico alla Beat generation” firmata da Palkettostage international theatre productions inaugura il 2011 con una nuova produzione di grande teatro europeo, come sempre interpretato da giovani protagonisti della scena teatrale internazionale. Dopo gli spettacoli in lingua inglese e spagnola, arriva un classico della letteratura francese riletto in versione musical: “Les Misérables” di Victor Hugo, in scena venerdì 14 gennaio allo Spazioteatro di via Galvani 2bis a Busto Arsizio, serata che fa parte del cartellone teatrale cittadino BA Teatro.
Padre del Romanticismo, Hugo pubblicò il romanzo nel 1862 ottenendo subito un grande successo popolare; l’opera, infatti, presentava l’imponente affresco di un popolo che grida la propria rabbia, vittima di un’implacabile fatalità contro cui ingaggia una lotta che è tragicamente destinata a fallire.

In un arco di tempo di 20 anni, dal 1815 al 1833, nella Parigi post Restaurazione i ‘misérables’ di Hugo – ex forzati e prostitute, monelli di strada e studenti in povertà – trascinano le loro esistenze, tra cadute e risalite, peccati e redenzioni. Il protagonista è Jean Valjean, ladro per fame e per questo costretto a 19 anni di reclusione, a cui la società rifiuta il perdono costringendolo alla criminalità, fino al pentimento e al riscatto. La sua storia incrocia quella di Fantine, prima, e poi quella della di lei figlia, Cosette.

Il regista Richard Arselin rilegge per la prima volta in chiave musicale il classico di Hugo, di cui mantiene lo spirito da grande epopea storica, calando i suoi personaggi e le storie di cui sono protagonisti in un’epoca affine a quella contemporanea; i riferimenti storici presenti nell’opera sfumano in un tempo più vicino allo spettatore e alla sua sensibilità. Al centro di un universo cittadino un po’ malandato, un circo di eccentrici personaggi si racconta al ritmo di musica, ora festosa ed energica, ora più intima, ma sempre attuale, dal rap alla techno, dallo slam al punk, con interpretazioni live in scena.
Anche le scenografie e soprattutto i costumi aderiscono a questo originale disegno registico: gli abiti degli attori attraversano epoche e stili differenti: sono capi moderni come jeans, t-shirt e scarpe da tennis, ma anche vecchie redingotes, mantelli o altre mise che evocano le atmosfere di un passato lontano.

Come di consueto, al termine dello spettacolo, Palkettostage offrirà al suo pubblico un piccolo rinfresco, creando un’occasione per intrattenersi con gli interpreti dello spettacolo, i registi e la produzione in un conviviale momento di incontro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.