Mc Carnaghi senza scampo a Bergamo

La Foppapedretti batte in tre set un Villa troppo rimaneggiato: ci provano Caterina Bosetti e Cruz, Vasileva e il muro decidono la partita

Foppa Pedretti batte Mc CarnaghiTroppo forte la Foppapedretti, anche quella incerta di questo inizio di stagione, per una MC- Carnaghi così rimaneggiata: ancora priva di Aguero, Calloni e Berg, Villa Cortese subisce a Bergamo la seconda sconfitta stagionale, meno netta di quanto non dica il 3-0 finale (si è giocato a lungo sul filo dell’equilibrio) ma comunque giusta nella sostanza: a muro le bergamasche hanno avuto la meglio per gran parte del match – 11 muri totali, 10 nei primi due set – e in attacco Piccinini e Vasileva, molto confusionaria ma decisiva nel finale, hanno fatto la differenza. Sul piano dell’atteggiamento si può rimproverare poco alla squadra di Abbondanza, che ci ha provato fino all’ultimo; a livello individuale va sottolineata la prova molto negativa di Hodge, sostituita da una Negrini più determinata. Caterina Bosetti, nel giorno della sfida con la sorella Lucia (rimasta però quasi sempre in panchina), ha brillato solo in avvio per concludere con un 28% in attacco. Per Villa sfuma così la possibilità di scavalcare la Yamamay, sconfitta da Novara, al primo posto in classifica.
 
LA PARTITA – Paola Cardullo, colpita nei giorni scorsi dall’influenza, raggiunge le compagne ed è regolarmente al via; nel sestetto iniziale di Villa c’è Hodge con Cruz, in panchina anche le baby Perinelli, Bianchini e Figini. Tutte a disposizione per Bergamo, tranne naturalmente Lo Bianco; gioca Vasileva, inizialmente out Lucia Bosetti. Buon inizio per le ospiti: Gioria mette subito a segno un ace e Caterina Bosetti si mette in luce con un attacco e un muro per il 2-4. Kovacova mura Vasileva per il 5-8, ma poco dopo Arrighetti dà il via a una rotazione da incubo per Villa: parziale di 6-0, con due punti di Ortolani, e la Foppa vola sul 15-9. L’ingresso di Negrini dà più solidità alla ricezione consentendo a Villa di risalire fino al 17-14, ma due muri consecutivi di Nucu su Cruz ristabiliscono le distanze. Hodge sbaglia per il 23-16 e Bergamo va a chiudere senza problemi con Piccinini. L’avvio di secondo set è equilibrato, con Caterina Bosetti che continua a essere il principale terminale offensivo per Villa; Bergamo difende alla grande e torna a murare, prima con Arrighetti per il 7-5, poi con Vasileva (10-6). Abbondanza ferma il gioco; Bergamo allunga con la stessa Arrighetti, ma sul 14-9 arriva un parziale di 0-3, firmato da Anzanello con un gran muro, che rimette la MC-Carnaghi in partita. Piccinini da seconda linea non perdona e sigla il 18-14, ed è sempre lei a mettere la firma su un nuovo allungo, con due punti di fila per il 22-16. Poi accade l’incredibile: Bergamo si distrae, regala tre punti e Cruz va a segno due volte per il 23-22. A Bergamo compaiono i fantasmi delle grandi rimonte dello scorso anno: Vasileva riceve con l’8% di perfetta, Cruz annulla due set point (il secondo addirittura in bagher!) ed è 24-24. L’incantesimo però finisce qui: Piccinini regala un’altra chance a Bergamo e Vasileva la trasforma attaccando un pallone tutt’altro che pulito.
La rimonta sfiorata semba aver incrinato un po’ le certezze di Bergamo e la MC-Carnaghi apre il terzo set con due muri di Negrini e Anzanello: 1-3. Si procede comunque punto a punto (4-5, 8-7, 10-11) con troppi errori da una parte e dall’altra. Cruz prova ad accelerare con tre attacchi vincenti, al secondo time out tecnico Villa è avanti 15-16. La Foppa risponde colpo su colpo con  Piccinini (18-17) e si arriva a quota 21 ancora in parità. A questo punto è Vasileva a firmare la fuga decisiva: lungolinea vincente e mani-fuori per il 23-21, poi un diagonale che vale il match point (24-22) fallito però dalla stessa bulgara. Sul 24-23 la palla è per Lucia Bosetti che non sbaglia e condanna la MC-Carnaghi alla seconda sconfitta in campionato.

LE INTERVISTE – Nessun rimpianto per Marcello Abbondanza: "Non c’è davvero niente da rimproverare alle giocatrici questa sera, fare di più oggettivamente era difficile. La squadra si è comportata bene e mi è piaciuta: non dimentichiamo che eravamo senza Aguero, Calloni e Berg, Cardullo aveva la febbre e Anzanello non si è allenata per tutta la settimana dopo la botta presa nella partita di martedì. Certo, con un po’ più di lucidità e fortuna almeno il punto avremmo potuto portarlo a casa. Ci sono mancati il killer instinct in alcune situazioni a muro e un po’ di coraggio e qualità nel break subito all’inizio, senza il quale il primo set sarebbe andato come il secondo e il terzo". Anche Chiara Negrini è tutto sommato soddisfatta dell’atteggiamento della squadra: "Da quel punto di vista nulla da dire, abbiamo iniziato male ma siamo state brave a reagire. Sicuramente abbiamo sbagliato un po’ troppo, è mancata la lucidità nei momenti decisivi che invece loro hanno avuto: l’insicurezza è dovuta anche alle assenze che pesano davvero tanto. Stiamo pagando gli infortuni a livello di gioco". Lucia Bosetti ha potuto ammirare dal vivo i progressi della sorella Caterina: "Sono davvero contenta per lei, in questo periodo sta giocando per la prima volta con continuità e sta facendo molto bene. Per quanto riguarda noi, siamo state brave a portare a casa due set tirati; è importante fare punti adesso in funzione degli abbinamenti di Coppa Italia e anche per non perdere terreno in vista dei playoff, soprattutto quando incontriamo squadre che non sono al massimo della forma". Infine le parole di Davide Mazzanti, coach di Bergamo: "Abbiamo messo in pratica quanto visto negli allenamenti in battuta e a muro, cercando di contenere l’attacco al centro di Villa che è stata costretta a concentrare tutto il potenziale offensivo sui posti 4. C’è stata partita solo nel terzo set, perché noi abbiamo commesso qualche errore di troppo".

 

Foppapedretti Bergamo-MC-Carnaghi Villa Cortese 3-0 (25-18, 26-24, 25-23)
Bergamo: Ortolani 7, Nucu 6, Signorile 2, Fanzini ne, Carrara (L) ne, Merlo (L), L.Bosetti 1,
Piccinini 18, Arrighetti 11, Vasileva 11, Zambelli. All. Mazzanti.
Villa C.: Anzanello 7, Gioria 2, Perinelli, Berg ne, Lanzini (L) ne, Figini ne, Negrini 5, Cruz 18,
Kovacova 3, Cardullo (L), Hodge 3, C.Bosetti 10, Bianchini. All. Abbondanza.
Arbitri: Andrea Puecher e Fabrizio Padoan.
Note: Spettatori 2600. Bergamo: battute vincenti 0, battute sbagliate 3, attacco 37%, ricezione 62%-
39%, muri 11, errori 17. Villa: battute vincenti 2, battute sbagliate 6, attacco 31%, ricezione 71%-
31%, muri 7, errori 20.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.