Navigazione dei laghi, da domani si discute in Senato

L'emendamento al decreto Milleproroghe richiede il prolungamento per il biennio 2011-12. Critico il Pd: «Bene l'iniziativa, ma ancora una volta, la sorte dei servizi sarà decisa sul Tevere e non sul territorio»

Novità in vista per la navigazione dei laghi. Inizia infatti domani, mercoledì 26 gennaio, in Senato la discussione degli emendamenti al decreto Milleproroghe. Tra questi della proposta bipartisan,- presentata dai senatori PD Luigi Vimercati, Antonio Rusconi e Paolo Rossi insieme al collega comasco Alessio Butti e altri cinque senatori del PDL – che riguarda direttamente il destino della navigazione laghi. L’emendamento richiede il prolungamento per il biennio 2011-12 del meccanismo già utilizzato nel 2009-10 che consente alla navigazione il reimpiego degli avanzi di gestione degli esercizi finanziari precedenti.
«Sono contento di questa iniziativa bipartisan – commenta Luca Gaffuri, capogruppo PD in Consiglio Regionale – che, in extremis, cerca di preservare un servizio cruciale per la mobilità e lo sviluppo turistico del nostro territorio. Tuttavia, continuano a rimanere lettera morta le leggi che dal 1972 prevedono che lo Stato trasferisca a Lombardia, Veneto, Piemonte e Provincia di Trento la gestione della navigazione. Perciò, ancora una volta, la sorte dei servizi di navigazione sarà decisa sul Tevere e non sul territorio: ancora una volta si stabilirà quante risorse investire, quante corse effettuare, che tipo d’imbarcazioni e natanti impiegare sulla base di logiche esterne al territorio e allo sviluppo locale».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.