Nel 2010 meno matrimoni, crescono i riti civili

Meno di trecento coppie si sono sposate a Varese nell'anno appena finito. Quasi il 40 per cento delle unioni civili fra residenti è fra cittadini italiani e stranieri

A Varese ci si sposa sempre di meno? Sembra proprio di sì secondo i dati pubblicati dal Servizio demografico del Comune di Varese. In totale – fra civili e religiosi – nella città giardino nel 2010 si sono unite in matrimonio 282 coppie, in calo rispetto ai tre anni precedenti (317 nel 2009, 295 nel 2008 3 338 nel 2007). 
Rispetto al 2007 sono diminuite le unioni celebrate con rito civile: 142 (di cui 35 fra non residenti) contro 152 (di cui 21 fra non residenti). Fra i residenti che si sposano con rito civile, in poco meno del 40 per cento dei casi uno dei futuri coniugi è di origine straniera: si tratta di 26 unioni su 74, di cui 12 fra un cittadino italiano e uno proveniente dall’Europa dell’Est.
Calano invece di anno in anno i matrimoni celebrati con rito religioso che nei dodoci mesi appena passati hanno toccato quota 140, contro i 186 del 2007, i 159 del 2008 2 i 175 del 2009.
Ultimo dato che invece sembra non variare nel tempo: in quasi il 75 per cento dei casi lo sposo è più "anziano" della sposa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.