Nucleare, Gibelli: “Avanti con la filiera delle imprese”

Nei prossimi cinquant'anni "ci saranno circa 400 miliardi di investimenti nel mondo proprio in tema di centrali energetiche sia elettriche", ha specificato l'assessore

"I prossimi anni saranno caratterizzati da una grande richiesta di centrali d’energia, tra cui quella nucleare, ed è dunque necessario che le aziende lombarde e italiane si strutturino in reti e filiere di imprese, per poter concorrere su tutti i mercati". E‘ stato quello dell’energia il tema toccato nella seconda tappa della tredicesima visita dell”Assessorato Itinerante’ di Andrea Gibelli, vice presidente di Regione Lombardia e assessore all’Industria e Artigianato, alle aziende lombarde. L’ex presidente della Commissione parlamentare Attività Produttive ha incontrato a Biassono (Monza e Brianza) i responsabili della Boldrocchi, impresa che lavora anche nell’ambito della costruzione di centrali nucleari in tutto il mondo. "Nei prossimi cinquant’anni – ha spiegato Gibelli – ci saranno circa 400 miliardi di investimenti nel mondo proprio in tema di centrali energetiche sia elettriche, sia nucleari che termoelettriche e ad energie rinnovabili. E, per intercettare questi sforzi economici, è assolutamente fondamentale che le nostre imprese possano trovare dei cluster strutturali per competere ancora più fortemente. E su questo Regione Lombardia sta lavorando per favorire sempre di più le reti di imprese,
perché solo così si riesce a rimanere competitive". "In quest’ottica – ha detto il vice presidente – c’è da ricordare l’accordo tra l’Italia e la Francia proprio in tema di energia nucleare, con ben 18 miliardi di investimenti per i prossimi anni". Tornando poi sul tema dei bandi di finanziamento, Gibelli
ha spiegato che è compito dell’istituzione "far camminare piccoli e grandi insieme, creando anche strumenti che si possano modellare sulle esigenze della singola impresa". "Anche su questo – ha confermato l’assessore all’Industria – la Regione si impegna a lavorare in maniera efficace per raggiungere questi obiettivi". Gibelli ha poi sottolineato, come del resto gli imprenditori della Boldrocchi, come l’uomo sia fondamentale in queste aziende, che sono dei veri e propri "sarti per le industrie committenti".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.