«L’opera, che festa!», un abbonamento a tutta musica

In occasione dei 150 anni dall’Unità d’Italia e dei 120 anni del teatro Sociale, è stata prorogata fino a venerdì 18 febbraio la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento alla mini-stagione lirica della sala bustese

Sarà in vendita fino a venerdì 18 febbraio, presso il botteghino del teatro Sociale di Busto Arsizio, l’abbonamento «L’opera, che festa!», che permette di vedere due spettacoli di teatro musicale al costo promozionale di 40,00 euro: «Madama Butterfly» di Giacomo Puccini e «Rigoletto» di Giuseppe Verdi.
A portare in scena entrambi gli spettacoli sarà il Teatro dell’Opera di Milano, «prima compagnia itinerante di produzione di allestimenti completi di opera lirica in Italia» con la sua nuova tournée che proporrà cinque produzioni in tredici piazze differenti, per un totale di quaranta date, distribuite tra Lombardia, Liguria, Piemonte e Svizzera. Sul palco, sotto la regia di Mario Riccardo Migliara, saliranno anche l’Orchestra filarmonica di Milano e la Corale lirica ambrosiana. Le scenografie portano la firma di «Arti in Scena».
Il primo appuntamento, quello con «Madama Butterfly» di Giacomo Puccini, è fissato per venerdì 18 febbraio 2011, alle ore 21.00, e porterà il pubblico tra le atmosfere esotiche e misteriose del Giappone di fine Ottocento, proponendo una versione innovativa e moderna della storia d’amore morte della geisha Cio-Cio-San, della quale verranno messi in scena i sentimenti attraverso teatrini roteanti, realizzati con la collaborazione dell’artista Elena Busisi, e giochi di luce con composizioni floreali ispirate all’antica arte dell’ikebana.
Giovedì 10 marzo 2011, sempre alle ore 21.00, sarà, invece, la volta di «Rigoletto» di Giuseppe Verdi, avvincente racconto dell’eterna diatriba tra fato e volontà, nella quale si incontrano e si scontrano sentimenti quali la passione, il tradimento, l’amore filiale e la vendetta. Anche in questo caso l’allestimento sarà originale: la storia del celebre buffone della corte mantovana vedrà, infatti, in scena le antiche carte dei Tarocchi Visconti.
Entrambi gli appuntamenti sono inseriti nella stagione «BA Teatro», rassegna che, sotto l’egida e con il contributo economico dell’amministrazione comunale, annette i cartelloni di quattro tra le principali sale cittadine.
«L’opera lirica è patrimonio culturale identitario dell’Italia nel mondo -racconta Delia Cajelli, direttore artistico della sala di piazza Plebiscito. In occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dall’Unità d’Italia e per i 120 anni dall’inaugurazione del teatro Sociale di Busto Arsizio (il taglio del nastro si tenne la sera del 27 settembre 1891 con «La forza del destino» di Giuseppe Verdi, ndr), abbiamo, pertanto, deciso prorogare di qualche settimana la possibilità di sottoscrivere il mini-abbonamento «L’opera, che festa!», ideato come strenna per il Natale 2010. L’abbonamento ha un prezzo veramente conveniente, così da permettere anche ai più giovani di avvicinarsi ad un genere ».
Con l’inizio del 2011, la sala di piazza Plebiscito ha, inoltre, attivato una convenzione con la sezione bustese della Cisl scuola, che dà diritto agli iscritti di acquistare biglietti a prezzo ridotto per gli spettacoli del Sociale, inseriti nel cartellone della stagione cittadina «BA Teatro».
Il botteghino del teatro Sociale, ubicato presso gli uffici del primo piano (ingresso da piazza Plebiscito, 8), è aperto nelle giornate di mercoledì e venerdì, dalle 16.00 alle 18.00, e il sabato, dalle 10.00 alle 12.00. E’ possibile prenotare telefonicamente, al numero 0331.679000, tutti i giorni feriali, secondo il seguente orario: dal lunedì al venerdì, dalle 16.00 alle 18.00; il sabato dalle 10.00 alle 12.00.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.