Passaggio di testimone alla presidenza dei GAL

L’Assembea dei soci ha votato mercoledì 19 gennaio 2011 il rinnovo della più alta carica del Cda: Morselli al GAL del Laghi e della montagna ed Alessandro Casali per le Valli del Luinese

E’ stato ufficializzato il cambio di presidenza dei due GAL, Gruppi di Azione Locale, che operano sul territorio di Comunità Montana Valli del Verbano. Dall’ottobre del 2009, momento della loro istituzione, è stato Marco Magrini, in rappresentanza dell’Ente montano, a presiedere le due società volute da Regione Lombardia. Queste riuniscono nel loro Consiglio di amministrazione enti pubblici e soggetti privati per individuare insieme i criteri di assegnazione dei quasi 8 milioni di euro a sostegno dell’agricoltura di montagna e dello sviluppo del territorio, valorizzandone la vocazione rurale.
Roberto Morselli è ora il Presidente del GAL dei Laghi e della montagna mentre Alessandro Casali Presidente del GAL Valli del Luinese. La decisione è stata ufficializzata mercoledì 19 gennaio 2011 con il voto delle Assemblee dei soci delle due, rispettive e diverse, società. Il lavoro dei nuovi presidenti è facilitato dall’impegno di chi li ha preceduti ed ha portato le due società ad essere una realtà pienamente operativa. I GAL hanno già attivato il primo lotto di bandi e gli altri verranno pubblicati a breve. Tutte le informazioni a riguardo si trovano sui rispettivi siti internet www.gallaghiemontagna.it e www.galvalliluinese.it.
I GAL sono stati istituiti con la finalità di individuare le modalità di attuazione, attraverso la redazione di appositi bandi di finanziamento, degli obiettivi strategici definiti dal Piano di Sviluppo Locale (P.S.L.) rispettivamente per il GAL dei Laghi e della montagna e delle Valli del Luinese. Questi documenti identificano un insieme di interventi agroambientali sul territorio montano e rappresentano la declinazione locale delle direttive europee e regionali del Piano di Sviluppo Rurale, un complesso di misure a sostegno dell’agricoltura.
I finanziamenti regionali, che corrisopndono a 2,8 per il GAL dei Laghi e della montagna ed a 5 milioni di euro per il GAL Valli del Luinese, sono stati assegnati sulla base dei progetti presentati a suo tempo, aprile 2008, delle rispettive ex Comunità Montane della Valcuvia e del Luinese. Il disegno complessivo è quello di sviluppare le potenzialità turistiche del territorio, promuovendo competitività e multifunzionalità delle aziende agricole e migliorando l’ambiente e gli spazi rurali, attraverso risorse mirate ad obiettivi strategici:
Come conseguenza del ruolo decisivo che i due ex Enti montani, ora unificati, hanno svolto nell’assegnazione dei fondi, la Comunità Montana Valli del Verbano detiene una quota di maggioranza all’interno di entrambe le società ed il suo presidente continuerà a sedere nel consiglio di amministrazione in quanto membro di diritto.
Il Presidente di Comunità Montana Valli del Verbano Marco Magrini che per oltre un anno ha ricoperto la presidenza di tutte e due le società tiene a precisare: “la decisione di effettuare un cambiamento all’interno del Consiglio di amministrazione è stata condivisa con tutti i soci e vuole essere un segnale nei confronti della Provincia di Varese con cui instaurare un rapporto di collaborazione. Ritengo opportuno lavorare in sinergia con tutti gli Enti locali al fine di operare concretamente per lo sviluppo di quest’area montana. Le stesse ragioni che mi avevano spinto a farmi carico della presidenza dei GAL per avviare, in maniera rapida ed efficiente, il lavoro delle due società che ora lavorano a pieno ritmo.“

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.