Pro Patria, la quiete prima della tempesta

I tigrotti riposeranno domenica in campionato e si preparano per la sfida del 30 gennaio a Valenza. Tritium penalizzata, la Pro attende; Nocciola brilla con la rappresentativa

Per la seconda giornata di ritorno del campionato di Seconda Divisione, fino ad ora dominato dalla Pro Patria, i tigrotti osserveranno il turno di riposo imposto dal calendario e riprenderanno a giocare domenica prossima, 30 gennaio, sul campo della Valenzana, sempre che la situazione societaria non collassi.

La leadership in graduatoria della squadra di Novelli appare ancora maggiore dopo le ultime decisioni della Lega di togliere 2 punti alla Tritium, seconda in classifica, anche se la società biancoazzurra è ricorsa in appello per annullare la sentenza. A finire nella rete dei punti di penalizzazione ci sono, per ora, altre cinque squadre con punizioni più o meno severe. Il Savona è la società che ha pagato in maniera più dura le inadempienze con ben 4 punti di penalizzazione; alla Canavese sono stati tolti 3 punti, 2 al FeralpiSalò e uno a Entella e Valenzana. Al “piano superiore” hanno pagato con 1 punto in meno Como e Alessandria, così come il Pergocrema, squadra che ha battuto i tigrotti negli scorsi playout sancendone la retrocessione.
La Pro per ora si è salvata solo ed esclusivamente perché la situazione della società biancoblu verrà presa in esame il prossimo 3 febbraio, ma non è difficile immaginare che il presidente Macalli si stia già fregando le mani pensando alle punizioni da indirizzare verso Busto Arsizio.

Intanto la squadra continua ad allenarsi con costanza e passione, lavorando in questi giorni sulla parte atletica per presentarsi al meglio al prossimo impegno di campionato e cercare di recuperare gli acciaccati. Buone notizie arrivano dagli ambienti azzurri, visto che Nocciola è stato autore di alcune buone prove con la rappresentativa under 21 del girone A e ha ben figurato a centrocampo. Cristiano è stato fermato dal giudice sportivo per un turno avendo raccolto la quarta ammonizione stagionale, mentre la società è stata multata di 1500 euro per frasi offensive nei confronti dell’arbitro di domenica scorsa, Bietolini di Firenze, prima dell’inizio della gara. Sarà interessante ora capire come e chi vorrà pagare la sanzione.

Le vicende societarie, continuano intanto ad attrarre allo "Speroni" diversi media nazionali, che hanno voluto interessarsi al caso e cercare di dare una mano per risolvere la situazione, ormai divenuta annosa. Per Busto Arsizio in questi giorni sono passati Mino Taveri di Mediaset, “Striscia la Notizia” e sono attesi in futuro altri interventi da parte di Ivan Zazzaroni, giornalista sportivo e di Cristiano Militello, che porterà a “Radio 101” la voce dei tifosi della Pro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.