Quaranta giardini sul Lago di Como

La provincia punta sul turismo "horticultural". Presentato il nuovo itinerario tra i parchi della provincia lariana

Un itinerario di 40 giardini visitabili della provincia di Como ideato e realizzato dalla Camera di Commercio di Como, l’Assessorato al Turismo della Provincia di Como e il network Grandi Giardini Italiani. Il progetto da quest’anno completa il nuovo itinerario con la certificazione di altri parchi storici e ville offrendo una maggior visibilità delle potenzialità attrattive del Lago di Como e del territorio limitrofo.
Nel corso del 2009 la Provincia di Como in collaborazione con Grandi Giardini Italiani ha realizzato la prima parte del catalogo “I Giardini del Lago di Como” contenente un itinerario di 19 proprietà visitabili. Nel 2010 la Camera di Commercio, con la seconda parte della pubblicazione, aggiunge altri 21 giardini, non solo pubblici ma anche appartenenti a privati che per la prima volta si rendono disponibili a far visitare le loro proprietà.
Paolo De Santis (Presidente della Camera di Commercio di Como) e Achille Mojoli (Assessore al Turismo e Marketing territoriale della Provincia di Como) hanno collaborato alla stesura di questa nuova edizione della guida che, valorizzando anche ville e parchi storici poco conosciuti, si costituisce come un nuovo punto di riferimento turistico per il grande pubblico amante dei giardini e per i tour operator.
Il sistema di giardini e parchi storici delle ville del Lago di Como diviene, dunque, un nuovo ed unico itinerario turistico in Italia ed in Europa con notevoli potenzialità di sviluppo per il territorio comasco. Il clima mite che lo caratterizza, infatti, garantisce una stagione turistica di nove mesi, durante i quali i frequenti collegamenti con Milano assicurano un flusso turistico costante anche nel periodo autunnale ed invernale.
La nuova edizione ai 40 giardini visitabili del Lago di Como vuole rispondere, anche, all’esigenza dell’Horticultural Tourism – una forma di turismo culturale dedicato alla visita di parchi, vivai e fiere florovivaistiche in grande aumento negli ultimi anni – di reperire maggiori informazioni a proposito del patrimonio artistico e culturale dei giardini sconosciuto persino alla maggior parte dei comaschi stessi.

L’elenco dei 40 giardini che fanno parte del nuovo circuito:
Villa Gallia – Como – Villa Saporiti o La Rotonda – Como – Parco di Villa Giulini – Como – Villa Olmo – Como – Villa Erba – Cernobbio – Villa d’Este – Cernobbio – Villa Il Pizzo – Cernobbio – Villa Il Balbiano – Ossuccio – Villa Rachele-Beccaria – Sala Comacina – Villa del Balbianello – Lenno – Villa Carlotta – Tremezzo – Villa La Collina – Griante/Cadenabbia – Villa Mylius Vigoni – Loveno di Menaggio – Villa Bagatti Valsecchi – Grandola ed Uniti – Palazzo Gallio – Gravedona – Giardini di Villa Serbelloni – Bellagio – Villa Melzi d’Eril – Bellagio – Fondazione Minoprio – Vertemate con Minoprio – Palazzo Perego – Cremnago di Inverigo – Casa Prandoni – T orno – Casa Santa Chiara – Albese Con Cassano – Grand Hotel Tremezzo – Tremezzo – Grand Hotel Villa Serbelloni – Bellagio – Il Giardino della Valle – Cernobbio – Parco comunale di Fino Mornasco – Fino Mornasco – Parco comunale di Veniano – Veniano – Parco civico Teresio Olivelli – Tremezzo – Villa Parravicino Sossnovsky – Erba – Villa Passalacqua – Moltrasio – Villa Brambilla Durini – Como – Parco di Villa Carcano – Anzano del Parco – Villa Castello Durini – Alzate Brianza – Villa Fogazzaro – Oria Valsoda – Parco comunale di Villa Guardia – Villa Guardia – Villa Imbonati – Cavallasca – Villa Le Due T orrette – Erba – Villa Leoni – Ossuccio – Villa Parravicini Revel – Como – Villa Peduzzi – Olgiate Comasco – Villa San Benedetto Menni – Albese con Cassano

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.