Referendum Fiat, l’accordo passa con il 54% dei sì

Hanno votato, secondo gli ultimi conteggi, 5.139 persone, il 94,6% del totale. Sul filo del rasoio il risultato tra gli operai. Determinante il voto degli impiegati

Passa con il 54% dei si l’accordo Fiat per lo stabilimento di Mirafiori. Hanno votato, secondo gli ultimi conteggi, 5.139 persone, il 94,6% del totale. I si vincono dunque con 400 voti di scarto. Nei primi seggi scrutinati, nei quattro del montaggio e in uno della lastratura, dove la Fiom è tradizionalmente forte, hanno prevalso i "no". Poi, nelle prime ore del mattino, la situazione si è rovesciata, grazie soprattutto al voto degli impiegati: a mettere a segno l’allungo decisivo per il sì, è stato infatti il seggio 5, quello dei 449 impiegati.
L’accordo era stato firmato da Fim, Uilm, Fismic e Ugl mentre non hanno firmato l’intesa la Fiom e i Cobas.
Prevede l’introduzione di alcune modifiche contrattuali ma soprattutto l’esclusione dalla rappresentanza delle sigle sindacali che non la hanno sottoscritta.
Le modifiche introdotte cominceranno a decorrere dal 2012, dopo un anno di cassa integrazione. Si applicano agli operai Fiat che verranno assunti in una nuova newco di Mirafiori.
Dopo i risultati del voto i sostenitori del ‘no’ hanno bruciato bandiere del fronte del ‘sì’ davanti lo stabilimento. Alle ultime battute dello spoglio del referendum della Fiat di Mirafiori, quando la vittoria del sì era ormai matematica, lo scrutinio è stato momentaneamente sospeso per l’esultanza dei sostenitori del sì che è stata contesta con proteste dal fronte del no.
I sostenitori del sì hanno organizzato una conferenza stampa durante la quale hanno parlato di “svolta storica”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.